scarica l'app
MENU
Chiudi
05/08/2020

Costi alle stelle, il Comune ferma lo scuola-bus

Il Gazzettino

In attesa di riscontri sospesa la gara d'appalto per il biennio 2020-22
MARTELLAGO
Pranzo sì, scuolabus no, almeno per i primi mesi. L'Amministrazione, che giovedì in consiglio ha confermato che da settembre la mensa nelle scuole funzionerà regolarmente, anche se con più turni nei refettori, causa norme di distanziamento, non garantirà invece, quanto meno all'inizio, l'altro servizio offerto agli alunni e alle famiglie, il trasporto scolastico, fruito da 180 bambini. Con determinazione del 29 luglio è stata sospesa la procedura con la Stazione unica appaltante della Città Metropolitana per bandire la gara, valida per il biennio 2020-22, per aggiudicare l'appalto, in scadenza e gestito da anni dalla Coop Sociale Servizi associati di Spinea: la previsione di spesa, ad ora bloccata, è 135mila euro l'anno.
All'ente appaltante erano già stati inviati il capitolato e tutta la documentazione per redigere il bando. Ma L'emergenza coronavirus - si spiega nell'atto - ha determinato un radicale mutamento della situazione e la necessità di rivedere la progettazione del servizio che, allo stato attuale, non risulta più applicabile, né economicamente sostenibile. «La stessa Città Metropolitana ci ha messo in guardia dal portare avanti una gara concepita sulla situazione ante-Covid - spiega l'assessore all'Istruzione Silvia Berardo - a fronte di una normativa sul trasporto scolastico ancora in evoluzione dovevamo congelarla». Bernardo chiarisce che comunque il Comune sarebbe coperto per tutto il 2020 perché la legge ci contente di sfruttare i quattro mesi di sospensione del servizio che ci sono stati da febbraio a giugno: potremmo ripartire in ogni momento e utilizzare questo periodo per la nuova gara. Ad ora però, prosegue, non sappiamo con quali modalità e orari inizieranno le scuole, se la Cssa, che non ha ancora formulato una proposta, è in grado di fornire le garanzie necessarie per mantenere il distanziamento nei pullmini e quanto costerà in più il servizio: meno alunni sugli scuolabus significa o più mezzi impegnati o più corse. Insomma, almeno per il primo mese il trasporto non si farà; poi, in base anche a come si organizzeranno gli istituti, vedremo se ci saranno le condizioni per riattivarlo conclude l'assessore, assicurando però che si cercherà di dare risposta ai casi più urgenti: i bambini con disabilità, ad esempio, saranno accompagnati a scuola con i mezzi attrezzati del trasporto sociale.
N.Der.
© RIPRODUZIONE RISERVATA