scarica l'app
MENU
Chiudi
17/03/2020

Coronavirus, le cautele per sospendere l’appalto

Il Sole 24 Ore - Francesco Schena

L'emergenza coronavirus ha determinato una sterminata propagazione di effetti anche dei luoghi di lavoro, compresi quelli relativi ai cantieri mobili e temporanei allestiti in condominio a seguito di appalti per la manutenzione straordinaria delle parti comuni. Gli addetti ai lavori si chiedono come comportarsi circa la prosecuzione o meno dei lavori , anche se non si tratta di attività da ritenersi espressamente sospese . Ma c'è da chiedersi se trattasi di opere indispensabili e, chiaramente, non si tratta di attività sostituibili con il lavoro agile. Ma non solo. È necessario assumere protocolli anticontagio e, dove non sia possibile rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro (pensiamo ai ponteggi e alle piattaforme aeree), adottare strumenti di protezione individuale. Si aggiunga la necessità di rivedere tutti i documenti di sicurezza previsti dal Dlgs 81/2008, come Pos, eventuale Psc e Duvri nel caso di dipendenti del fabbricato. Per questo sul Quotidiano del Sole 24 Ore- Condominio di oggi viene pubblicato un modello di comunicazione da inoltrare al Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione da parte dell'amministratore per vagliare l'opportunità di sospendere o meno gli appalti nel condominio. - Il testo integrale dell'articolo su: quotidianocondominio.ilsole24ore.com © RIPRODUZIONE RISERVATA