scarica l'app
MENU
Chiudi
13/12/2018

Coricama, Lis aganis batte la cooperativa del Colosseo

Messaggero Veneto - Giulia Sacchi

L'Ecomuseo vince la gara d'appalto europea e si conferma gestore dei servizi Il presidente Bidoli: «Orgogliosi perché garantiamo anche i posti di lavoro» maniago
Giulia SacchiMANIAGO. Gestione del museo Coricama: l'Ecomuseo Lis aganis di Maniago batte il colosso Coopculture, la più grande cooperativa a livello nazionale nel settore dei beni e delle attività, che ha in mano anche la biglietteria del Colosseo. Garantiti i posti di lavoro: cinque a tempo indeterminato, due a tempo determinato e diversi con collaborazione. Con un eventuale cambio, si sarebbe potuta mettere in discussione la partita relativa all'occupazione. L'Ecomuseo, presieduto da Giampaolo Bidoli (ex sindaco di Tramonti di Sotto e consigliere regionale), continuerà a essere al timone del Coricama, che comprende museo dell'arte fabbrile e delle coltellerie e ufficio turistico, e proseguirà il lavoro svolto sinora.«Ci hanno comunicato che la nostra proposta è stata giudicata la migliore dalla commissione: bisognerà, comunque, attendere i giorni previsti dal bando per eventuali osservazioni - ha dichiarato Bidoli -. Come presidente dell'ecomuseo, a nome anche del direttivo, posso dire che siamo entusiasti del risultato per molteplici motivi. In primis perché abbiamo dimostrato di essere un'associazione importante e con professionalità di livello. Inoltre, possiamo garantire i posti di lavoro in essere. Siamo consapevoli di essere una realtà culturale che può dire la sua su tutto il territorio delle Dolomiti friulane - ha aggiunto -. Considerata anche la posizione, possiamo rappresentare il collettore da cui partono progetti trasversali».Grande soddisfazione, quindi, per il risultato. La gara d'appalto per la gestione di Coricama e ufficio turistico era europea. L'importo a base della procedura competitiva era di 239 mila 760 euro per un triennio: 126 mila 645 per i servizi di informazione turistica e 113 mila 115 per quelli museali. L'appalto è costituito da un unico lotto, dato che la gestione del museo e dell'ufficio informazioni turistiche ha carattere unitario e complementare: i servizi interagiscono e condividono gli stessi spazi, svolgendo attività strettamente correlate di accoglienza, informazione, sviluppo e promozione dell'immagine della di Maniago e delle peculiarità del territorio dell'Uti, anche al fine di ottimizzare le risorse umane e ridurre i costi di gestione. Il Coricama è una struttura simbolo della città e meta di numerosi visitatori anche dall'estero. Nel secolo scorso era il primo vero insediamento industriale per la produzione di forbici e coltelli in Italia. L'industriale tedesco Alberto Marx aveva dato vita alla struttura nel 1907. Coricama è acronimo di Coltellerie riunite Caslino (città lombarda) e Maniago. Nel 1972, la sirena dello stabilimento, che per oltre mezzo secolo aveva garantito un posto di lavoro sicuro alla popolazione locale, ha suonato l'ultimo "saluto". L'apertura del museo nella sede della vecchia industria di coltelli ha rappresentato il ritorno a casa di molti ferri taglienti e macchinari, ma soprattutto il riappropriarsi per la comunità di uno spazio centrale dal punto di vista simbolico e architettonico. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI