scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
26/06/2021

Corazza: «Dalle quote agli appalti, come possiamo cambiare»

Corriere della Sera - Mo. Ri. Sar.

La rappresentante speciale
«Noi donne, a dispetto del luogo comune, sappiamo fare squadra e cambieremo il mondo che non può più essere quello pre-pandemia». È un vento d'energia positiva Chiara Corazza, la rappresentante speciale per il G7 e il G20 del Women's Forum per l'economia e la società. Dati e numeri alla mano, «perché se non si conoscono non ci va da nessuna parte», la manager pensa, tra le altre cose, a come promuovere le discipline Stem fra le giovani: «C'è bisogno di progetti per formare le ragazzine. Tante iniziative vengono disperse. Un'idea è concedere il credito d'imposta alle aziende che assumono donne, ottima l'iniziativa del Politecnico che ha stanziato borse di studio per le studentesse. I mestieri Stem vanno associati a un'idea positiva di azione per il mondo».

Il premier Mario Draghi al Women Political Leaders summit ha detto che discriminare le donne è «immorale e miope». Passerà ai fatti?


«Le sue parole sono una spinta importante di cui gli altri capi di Stato saranno obbligati a tenere conto. Ma anche Macron ha fatto della lotta contro le discriminazioni di genere il suo cavallo di battaglia. Il G7 e il G20 sono momenti veramente importanti per passare ai fatti. La parola She-covery è segno di un nuovo modo di pensare».


Che cosa vuole dire She-covery?
«Significa che, per esempio, nel Recovery plan anche le donne devono decidere cosa c'è negli appalti. Nel mondo ci sono 224 milioni di imprenditrici ma hanno accesso solo all'1% dei contratti pubblici. Nell'era Trump i grandi appalti americani erano per la sicurezza militare e le grandi infrastrutture, imprese quasi tutte maschili. Mentre le donne operano nel turismo, nei servizi, nell'ambiente».


Le leader donne possono migliorare il mondo?


«È dimostrato che più ci sono donne più l'impresa ha successo, la diversità è sinonimo di ricchezza. Nel mondo ci sono soltanto 21 sindache nelle 300 città più grandi. E a pensare gli spazi sono sempre urbanisti maschi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto:

Al G7 e al G20 Chiara Corazza, italiana, 61 anni,
è la rappresentante speciale
per il G7 e il G20
del Women's Forum per l'economia e la società