scarica l'app
MENU
Chiudi
01/08/2020

Convenzioni e spazi comunali: Rolfi risponde all’ opposizione

Settegiorni Magenta - Abbiategrasso

DAIRAGO La replica alle minoranze arriva via mail
DAIRAGO (mpk) Il sindaco di Dairago, Paola Rolfi, risponde via email alle interrogazioni della minoranza non incluse nell' ordine del giorno dell' ultimo Consiglio co mu nal e. I temi trattati sono le proroghe concesse alle convenzioni in essere per il centro sportivo di via Carducci e l' esito delle richieste di varie associazioni di fruire di spazi comunali. «Le proroghe hanno carattere meramente tecnico e sono state adottate, in base a quanto previsto dalla normativa sugli appalti, al fine di permettere al Tennis club e all' Us Dairaghese calcio di poter proseguire nell' attività sportiva attraverso l' utilizzo dei rispettivi spazi dati loro in concessione» ha scritto Rolfi alla minoranza mercoledì. E ha aggiunto: «Il regime di proroga potrà protrarsi fino all' affidamento del campo sportivo ad un unico soggetto gestore». In merito alla seconda interrogazione, invece, la prima cittadina ha spiegato: «Ci siamo assunti l' impegno di verificare se tali associazioni possano essere assegnatarie di uno spazio in un bene confiscato e abbiamo comunicato la nostra intenzione di incontrare i rappresentanti di tali associazioni per verificare quale possa essere la soluzione di sede più consona alle loro esigenze, nel pieno rispetto delle leggi. A causa dell' emergenza pandemica e alle priorità che tale situazione ha comportato, non è stato ancora possibile ottemperare a tali impegni». E ha aggiunto, in merito ai richiedenti diversi da Anpi, Associazione nazionale combattenti e reduci e Associazione nazionale famiglie caduti e dispersi in guerra: «Se la richiesta di spazi riguarda assemblee pubbliche, ogni gruppo ha sempre avuto la possibilità di usufruire di spazi comunali per il loro svolgimento. Se invece la richiesta di spazi riguarda le riunioni di gruppi politici, lo statuto comunale parla di strutture e spazi idonei», che attualmente non sarebbero disp onibili.