scarica l'app
MENU
Chiudi
05/06/2019

Convenzione, ecco la bozza del Comune

QN - La Nazione

di CLAUDIO LAUDANNA STADIO: finalmente c'è una bozza di convenzione. Durerà 30 anni e sarà prevista una clausola a tutela della Carrarese. Ieri in commissione Sport è arrivato il primo testo del documento che dovrebbe regolare la gestione dei Marmi per il prossimo futuro. Dopo l'approvazione della commissione e il passaggio in consiglio comunale, palazzo civico aprirà ufficialmente il bando che dovrebbe portare all'assegnazione della gestione dello stadio non prima del prossimo autunno. Poche sorprese rispetto a quanto era già stato annunciato dall'amministrazione per quanto riguarda il testo ora in esame. La durata della convenzione è stata fissata in 30 anni durante i quali il Comune garantirà all'aggiudicatario un contributo di 125mila euro ogni dodici mesi. In cambio il gestore si dovrà fare carico non solo della gestione ordinaria, ma anche di tutti quegli interventi «necessari all'adeguamento dell'impianto alla normativa nazionale, regionale e sportiva». Con la firma del contratto, dunque, la patata bollente di sistemare una volta per tutte lo stadio passerebbe direttamente nelle mani del gestore a cui, comunque, il Comune garantirebbe per tutta la durata dell'accordo un importante contributo economico. Il concessionario avrebbe inoltre la possibilità di intervenire secondo un proprio progetto nel quale potranno essere previsti anche spazi dedicati ad attività commerciali. Il bando, infine, prevede una clausola di garanzia per la Carrarese a cui, chiunque vincerà il bando, dovrà garantire il diritto di allenarsi allo stadio e disputarvi tutte le gare casalinghe. «Tutte le opere - ha spiegato ieri l'assessore allo Sport Andrea Raggi - saranno a carico di chi si aggiudicherà il bando a cui, comunque, il Comune garantirà un importante contributo annuo. Nel bando è prevista anche la possibilità di sviluppare delle attività commerciali nell'area dello stadio. La gara terrà in considerazione sia l'offerta economica, al ribasso dei 125mila euro di contributo che propone il Comune, sia il progetto per la sistemazione dello stadio. A noi non interessa tanto risparmiare poche migliaia di euro, quanto premiare chi ha le idee migliori. Il bando è aperto a tutti, visto che non si poteva andare all'aggiudicazione diretta, ma sono comunque previste garanzie per la Carrarese: chiunque lo vincerà dovrà consentire alla squadra di allenarsi quotidianamente all'interno dell'impianto e di disputarvi tutte le sue partite casalinghe, amichevoli comprese».