scarica l'app
MENU
Chiudi
26/11/2020

Contributi al fitto di casa la scadenza il 17 dicembre

La Gazzetta Del Mezzogiorno

TRIGGIANO IL BANDO PUBBLICATO DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE
VITO MIRIZZI l TRIGGIANO. Una boccata d'ossi geno per coloro che hanno difficoltà nel pagare l'affitto di casa. È stato pubblicato, infatti, il bando per l'attribu zione del contributo integrativo per il pagamento del canone per l'anno 2019. Possono parteciparvi coloro che abbiano un reddito conseguito nel 2019 non superiore a 13.338,26 euro (corrispondente a due pensioni minime Inps) rispetto al quale l'incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14%. Inoltre, il reddito annuo imponibile complessivo del nucleo familiare, conseguito nell'anno 2019, non deve essere superiore a 15.250 euro, rispetto al quale l'incidenza del fitto di casa risulti non inferiore al 24%. Il bando indica nel dettaglio tutte le altre situazioni individuali particolari che legittimano la richiesta del contributo oltre ai casi, invece, in cui non è possibile accedervi. Il valore del canone di locazione corrisposto nel 2019 è quello risultante dal contratto di locazione a uso abitativo primario, al netto degli oneri accessori, regolarmente registrato presso l'Agenzia delle Entrate. Il contributo sarà corrisposto in rapporto ai mesi di registrazione del contratto per il 2019. L'ammontare del contributo per ogni avente diritto è determinato in misura tale da ridurre l'incidenza del canone sul reddito con un massimo di 3.098,74 euro. Il bando indica nel dettaglio come saranno determinati percentuale e ammontare del contributo in relazione alle singole fattispecie. Le domande di partecipazione devono essere compilate su appositi moduli in distribuzione presso l'Ufficio Casa o scaricate direttamente dal sito istituzionale. Il termine per la presentazione scade il 17 dicembre e vanno obbligatoriamente trasmesse all'ufficio Protocollo preferibilmente via posta elettronica certificata all'indirizzo «protocollo@pec.comune.triggiano.ba.it», ovvero spedite a mezzo lettera raccomandata oppure consegnate a mano. «Un importante e concreto intervento a sostegno dei cittadini più fragili», commenta il sindaco Antonio Donatelli.