scarica l'app
MENU
Chiudi
06/12/2019

Contributi ai canoni di locazione, a Bitonto il termine per le domande sta per scadere

La Gazzetta Del Mezzogiorno

SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE BISOGNOSE PER L'INTEGRAZIONE RELATIVA AL 2018 SONO A DISPOSIZIONE 256MILA EURO. LA DATA FISSATA È LUNEDÌ PROSSIMO
ENRICA D'ACCIÒ l BITONTO. C'è tempo fino al 9 dicembre per presentare domanda per l'assegnazione dei contributi a integrazione dei canoni d'affitto pagati nel 2018. L'amministrazione comunale ha a disposizione 256mila euro, assegnati dalla Regione tramite il fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione. Chi fosse interessato dovrà compilare la domanda sui modelli in distribuzione gratuita nella sede del Servizio per le politiche sociali del Comune, nelle delegazioni comunali di Palombaio e Mariotto o nelle sedi dei Caf e patronati. Il modelli sono a disposizione anche on line, sul sito istituzionale del Comune. Il bando prevede una serie di norme anti-furbetti, introdotte per tutelare e garantire chi davvero ha più bisogno. I nuclei familiari che dichiarano un reddito pari a zero, o per i quali il canone d'affitto è pari o superiore al 90 per cento del reddito dichiarato, dovranno obbligatoriamente documentare anche grazie a quale sostegno economico sono riusciti, nell'anno passato, a pagare l'affitto. Non potranno presentare domanda coloro che non risiedono a Bitonto, coloro che . non hanno un contratto di locazione regolarmente registrato, coloro che abitano in case più grandi di 95 metri quadrati o in immobili tipo castelli, case nobiliari, palazzi di pregio artistico o storico. Potranno essere erogati contributi fino a un massimo circa 3mila euro: il calcolo del contributo dipende dal reddito complessivo del nucleo familiare e dall'incidenza, su tale reddito, del canone complessivo d'affitto. Il contributo non potrà essere erogato se l'importo calcolato sarà inferiore a una mensilità di affitto: in tal caso, tutti i contributi non erogati saranno recuperati e ridistribuiti fra tutti gli altri beneficiari in graduatoria. Il Comune, così come previsto dal bando, si riserva la facoltà di effettuare tutti gli accertamenti necessari per verificare la veridicità e la correttezza delle informazioni comunicate e di richiedere in qualunque momento la documentazione relativa ai requisiti e alle condizioni dichiarate. «Questo bando - dichiara l'assessore alle Politiche sociali, Gaetano De Palma - mette a disposizione delle famiglie in affitto un ulteriore strumento di aiuto, che va ad aggiungersi agli altri interventi specifici che il Comune con propri fondi garantisce, sostenendo nel corso di tutto l'anno quanti versano in condizione di bisogno».

Foto: BITONTO Palazzo di città Sta per scadere il termine per la presentazione delle domande di aiuto ai canoni di locazione