scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
08/06/2021

Contratto e appalti, Cgil proclama uno sciopero all’Inalca

QN - Il Resto del Carlino

CASTELVETRO Contratto nazionale, contratto aziendale, rispetto della normativa sugli appalti ed emergenza sanitaria. Questi i temi sui quali i sindacati Flai/Cgil e Filt/Cgil hanno deciso, insieme ai delegati sindacali, di proclamare una giornata di sciopero lunedì presso lo stabilimento Inalca. Potenzialmente, l'iniziativa coinvolge quasi un migliaio di lavoratori, dipendenti sia di Inalca sia di Gescar, la società detenuta al 100% da Inalca e che svolge le lavorazioni in appalto per conto di Inalca stessa. «Dopo l'apertura dello stato di agitazione e le richieste sindacali dello scorso 13 aprile - recita una nota sindacale - nessun segnale è arrivato dalle aziende. Per questo motivo le sigle sindacali della Cgil che rappresentano i lavoratori dell'alimentare e della logistica hanno deciso di proclamare lo sciopero per il prossimo lunedì, per le ultime 4 ore del turno di lavoro. Da mesi i delegati sindacali chiedono misure straordinarie per fronteggiare la pandemia, come l'adesione alla campagna della Regione Emilia Romagna sugli screening periodici nelle aziende mediante tamponi a tutti i dipendenti, visti anche i focolai già manifestati delle scorse settimane». I sindacati lamentano anche alcune decurtazioni al premio aziendale, in relazione ad assenze dovute alla pandemia. Per il momento, l'azienda non ha commentato questa iniziativa sindacale. m.ped.