scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
12/01/2021

Concorso, scontro tra operatori e sindacati

Il Secolo XIX - Si.co.

La SpeziaA due giorni dallo sciopero degli oss di Coopservice proclamato da Cgil, Cisl, Uil e Fials, scoppia la polemica tra lavoratori e sindacati. All'origine dello strappo la lettera del direttore generale di Asl5 Paolo Cavagnaro inviata ai consiglieri comunali spezzini di risposta all'interpellanza presentata a palazzo civico sulla questione degli oss (che per essere assunti dovranno affrontare un concorso). Nella missiva il dg evidenzia come nella videoconferenza del 29 dicembre, con i sindacalisti spezzini Cgil Cisl Uil e Fials e Prefettura, fu comunicato che il bando sarebbe stato pubblicato sul Burl il 7 gennaio 2021. Ma nessuno lo avrebbe riferito ai lavoratori. «È un peccato che al momento ancora non sia pervenuta smentita ufficiale sul fatto che le parti sociali confederali non sapessero che il bando sarebbe uscito il giorno 7 gennaio, senza contare che portando a prova di discolpa quella verbalizzazione sulla Prefettura, non ci sia stata in seguito una plateale contestazione - dicono i lavoratori - L'aver taciuto una cosa così seria riteniamo sia gravissimo». Ma le organizzazioni sindacali spezzine non ci stanno. «A noi non è stato detto che il 7 gennaio sarebbe stato pubblicato il bando per il concorso- replicano Cgil, Cisl, Uil e Fials - per questo esprimiamo perplessità e indignazione su quanto emerso nella lettera di risposta inviata da Asl5 alla richiesta di informazioni presentata dai consiglieri comunali della Spezia sul percorso di stabilizzazione dei 158 oss. In particolare durante l' incontro con la prefettura della Spezia, avvenuto il 29 dicembre, non è mai emersa la data del 7 gennaio come data utile per la pubblicazione del bando sulla gazzetta ufficiale. L' unica cosa che è emersa durante l' incontro e che ha portato gli oss a prendere una dura posizione nei confronti della Regione e dell'Azienda sanitaria locale è stato il fatto che il direttore amministrativo di Asl5 Antonello Mazzone, ha riferito che il bando era già stato inviato al Burl e alla Gazzetta ufficiale per la pubblicazione. A nostro avviso, questo è stato un atto di estrema scorrettezza visto che si stava svolgendo un tentativo di raffreddamento per evitare uno sciopero e cercare di trovare una soluzione per i 158 oss - aggiungono Cgil, Cisl, Uil e Fials -, ci dispiace che al nuovo direttore generale sia stata riportata una notizia non corretta da chi si è permesso anche di abbandonare in anticipo la riunione». Per quanto riguarda lo sciopero del 12 con presidio a Genova sotto la sede della Regione sono stati precettati 33 lavoratori per quanto concerne ospedale Sant'Andrea e Levanto e 20 per ospedale San Bartolomeo Sarzana. --Si.co.© RIPRODUZIONE RISERVATA