scarica l'app
MENU
Chiudi
02/10/2019

Concluse indagini sul Bisceglie calcio

La Gazzetta Del Mezzogiorno

COME PER IL TRANI
Fondi per lo stadio, sotto i fari Spina e Canonico
MASSIMILIANO SCAGLIARINI l BARI. Gli ultimi quattro campionati disputati in serie D avrebbero beneficiato di 420mila euro di contributi pubblici, a fronte della gestione dello stadio «Ventura» affidata senza gara pubblica alla allora Polisportiva Bisceglie 1913 Don Uva. Un abuso d'ufficio secondo la Procura di Trani, che nei giorni scorsi ha fatto notificare un avviso di conclusione delle indagini all'ex sindaco Francesco Spina, 52 anni, al presidente della prima squadra cittadina Nicola Canonico, 46 anni, di Bari, al suo predecessore (attuale amministratore delegato) Silvestro Carbotti, 57 anni, di Martina Franca, e al dirigente comunale Gennaro Sinisi, 58 anni, di Andria. Di nuovo il calcio nel mirino della magistratura nella Bat e di nuovo la gestione di uno stadio, proprio come accaduto nella vicina Trani per una delle inchieste sul sindaco Amedeo Bottaro (quella che nel maggio scorso portò all'arresto dell'ex patron del Bari, il commercialista molfettese Mino Giancaspro). Nel caso della squadra di Bisceglie l'in dagine coordinata dalla pm Silvana Merra e condotta dalla Finanza ha messo nel mirino le quattro stagioni che vanno dal campionato 2013-2014 (il secondo giocato in serie D), sotto la presidenza dell'imprenditore barese (ed ex consigliere regionale) Nicola Canonico, fino all'anno della promozione tra i professionisti, il 2016-2017, quando la società nerazzurra stellata conquistò la serie C con alla guida il commercialista Silvestro Carbotti. A partire dal 2013, secondo l'accusa, la società calcistica avrebbe beneficiato di successive proroghe dell'affidamento dello stadio «Ventura» corredate di un contributo straordinario da parte del Comune: 120mila euro, poi ridotti a 90mila nei due campionati successivi dopo «il trasferimento in capo all'ente locale degli oneri di manutenzione del manto erboso», quindi riportati a 120mila euro per la stagione 2016-2017. E sempre lasciando alla società anche i proventi derivanti dalla gestione dello stadio, dal botteghino alle altre eventuali manifestazioni. La Procura di Trani, sulla base di una consulenza affidata a un docente di diritto amministrativo della Luiss di Roma, Giuliano Fonderico, ritiene che l'affida mento in concessione del «Ventura» sia avvenuto in violazione delle norme in materia di appalti, che avrebbero imposto una procedura di evidenza pubblica. L'indagine è stata avviata nel 2016 sulla base di un dettagliato esposto anonimo che ha indotto la Procura ad aprire un fascicolo delegato alla Finanza ed a procedere all'acquisizione degli atti in Comune: in particolare nel fascicolo sono confluite le copie delle convenzioni sottoscritte, anno dopo anno, dai dirigenti della società calcistica. All'allora sindaco Francesco Spina (assistito dall'avvocato Giancarlo Chiariello) vengono contestate le delibere di giunta con cui ha espresso l'indirizzo politico favorevole alla proroga della convenzione, con erogazione del contributo straordinario, mentre al dirigente comunale Gennaro Sinisi (responsabile della ripartizione Cultura e turismo, avvocato Mario Malcangi) vengono contestate le successive determine attuative contenenti le convenzioni firmate con Carbotti e Canonico (avvocato Vito Mormando). Il Bisceglie 1913 (la dizione Don Uva nel frattempo è caduta) oggi milita nel campionato di serie C. Ma la gestione dello stadio è tornata all'amministrazione comunale, che lo «affitta» alle società interessate sulla base di tariffe prestabilite. La conclusione delle indagini è l'atto che normalmente prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, ferma restando la facoltà delle persone coinvolte di fornire la propria versione dei fatti e salva la verifica delle ipotesi di accusa da parte di un tribunale. «Non ho dichiarazioni da fare», ha risposto Canonico alla richiesta di commenti da parte della "Gaz zetta".

6 PUGLIA E BASILICATA

A P PA LT I

SINDACO E PATRON Nel mirino le stagioni a partire dal campionato 2013-2014, con la presidenza dell'imprenditore barese ed ex consigliere regionale

I SOLDI PER IL «VENTURA» Elargiti dal Comune 420mila euro di contributi pubblici per la gestione affidata senza gara pubblica alla allora Polisportiva

COME PER IL TRANI

Mercoledì 2 ottobre 2019

Foto: BISCEGLIE L'ex sindaco Francesco Spina e il patron della squadra Nicola Canonico


Foto: INCHIESTA Comune di Trani di nuovo nella bufera