scarica l'app
MENU
Chiudi
09/06/2020

Con Lazio Nuoto il Campidoglio batte in ritirata

Il Tempo - FERNANDO MAGLIARO

LA SENTENZA DEL TAR
Accolto il ricorso della società sulla polisportiva di Garbatela «Il bando nonpremiava la nostra storia» L 'assessore Frongia «Se si confermerà vincitrice, saràunavittoriapure per l'amministrazione»
••• Settimana difficile quella del Campidoglio che al Tar ha rimediato, dopo quella sui prezzi delle case costruite nei piani di zona, una seconda sonora bocciatura per la piscina Lazio Nuoto, società parte della Polisportiva Ss. Lazio. Nel 2019, all'interno della maxi operazione che l'Assessorato allo Sport ha condotto per il riordino delle diverse strutture sportive in concessione, la piscina che era affidata a Lazio Nuoto viene messa a bando. Con Lazio Nuoto che prima protesta poi presenta ricorsi al Tar. E ieri - mancano le motivazioni che devono ancora essere pubblicate - il Tribunale amministrativo ha accolto uno dei ricorsi presentati dalla Lazio che festeggia: «La sentenza dà ragione alla Lazio, sconfitta da un bando che non premiava la storia, i valori tecnici e il sociale». Con la decisione del Tar viene annullata l'aggiudicazione del bando. Opposizioni all'attacco. «Grande soddisfazione» per i Pd Marco Palumbo, Giulio Pelonzi, mentre il presidente del VIII Municipio, Amedeo Ciaccheri, si schiera «contro la scelta sconsiderata del Campidoglio di considerare lo sport come uno strumento per far cassa e le società sportive come la controparte». Dura anche Svetlana Celli, lista Civica: «Non avevamo dubbi che il bando emanato dal Comune fosse sbagliato». Anche da Fratelli d'Italia fioccano le prese di posizione: «Fin dall'inizio abbiamo segnalato le nostre perplessità sulla gara», dice il capogruppo Andrea De Priamo, mentre per la consigliera regionale, Chiara Colosimo, «ancora una volta la giunta Raggi, e in particolare l'assessore Frongia, hanno dimostrato la propria incapacità a governare la città». Chiamato in causa è proprio l'assessore allo Sport, Daniele Frongia, che dopo le intercettazioni di Palamara e la storia della via d'uscita a Sport e Salute, ha un terzo problema da risolvere: «Attendiamo i 30 giorni per leggere tali motivazioni e dare seguito alla sentenza del Tar», scrive su Facebook, «nel caso si confermasse la Lazio Nuoto la vincitrice del bando per l'Amministrazione non può che essere una vittoria».

Foto: L'impianto Si trova nel quartiere Garbatella-San Paolo in via Giustiniano Imperatore