scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
06/05/2021

Comunità Bresciana: le risorse per fragilità, cultura, istruzione

Brescia Oggi

TUTTI I BANDI A disposizione di enti no-profit contributi per un milione e 150 mila euro
Entro il 17 o il 22 giugno devono essere inviate le richieste tramite sito
Il «poker» sociale di Fondazione della Comunità Bresciana per il 2021, che mette a disposizione contributi complessivi pari a 1 milione e 150mila euro: la Fondazione intende sostenere le organizzazioni e gli enti no profit del territorio di Brescia e provincia nella realizzazione di progetti di utilità sociale.I bandi sono aperti da ieri e i progetti devono arrivare alla Fondazione entro le scadenze, in via telematica. Ci si iscrive dalla nuova area riservata di fondazionebresciana.org. Scadenze: primo bando sociale, 17 giugno ore 12.30 (500.000 euro); secondo bando patrimonio, 17 giugno ore 12.30 (250.000 euro); terzo bando cultura, 22 giugno ore 12.30 (200.000 euro); quarto bando istruzione 22 giugno ore 12.30 (200.000 euro). Risorse disponibili messe a disposizione da Fondazione Cariplo per «erogazioni territoriali».Possono presentare domanda i soggetti che operano in provincia di Brescia e non perseguono finalità di lucro.Il bando sociale intende finanziare progetti di inserimento abitativo di soggetti fragili; progetti che favoriscano coesione sociale e scambio tra famiglie; contrasto del disagio adolescenziale e giovanile acuito anche dal Covid. E poi contrasto a violenze domestiche, nuove dipendenze, bullismo, malattie sessualmente trasmissibili, abuso di alcol e di stupefacenti; infine progetti per famiglie con persone «svantaggiate».Il bando per la tutela del patrimonio storico, artistico e ambientale mira a nuove risposte ai bisogni della comunità bresciana.Il bando cultura si rivolge a progetti volti all'approfondimento di una cultura scientifica ed economico-finanziaria da parte dei giovani o alla sperimentazione delle arti visive, con particolare attenzione alla contemporaneità; incentivi alla partecipazione della popolazione al mondo dell'arte e della cultura (anche via nuove tecnologie), in particolare da parte degli anziani; percorsi per ridurre pregiudizi e discriminazioni.Il bando istruzione finanzia in via prioritaria progetti di «dopo scuola»; sostegno professionale in orario scolastico a studenti in difficoltà; integrazione di studenti stranieri; incentivi per approfondimento di materie scientifiche e per le eccellenze formative; «service learning»; «debate»; avvicinamento degli studenti al mondo del lavoro.Tutti i bandi sono a raccolta erogazione: le organizzazioni, una volta preselezionate, dovranno raccogliere donazioni che attestino il diretto coinvolgimento del territorio. Le donazioni verranno rese immediatamente disponibili all'ente proponente..