scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
14/04/2021

Comunità bergamasca Due milioni per sociale cultura e ambiente

Eco di Bergamo - Sergio Cotti

La Fondazione Da oggi aperti i primi cinque bandi Il presidente Ranica: «Puntiamo a coinvolgere le realtà del terzo settore di tutto il territorio»
Due milioni di euro per sostenere i progetti delle associazioni bergamasche nell'ambito sociale e sociosanitario, nella tutela dell'ambiente e del patrimonio artistico e nella cultura. A tanto ammontano i fondi che anche quest'anno la Fondazione della Comunità bergamasca metterà a disposizione delle realtà del Terzo settore che operano sul territorio. I primi cinque bandi, per un valore complessivo di 750 mila euro, saranno pubblicati da oggi sul sito della Fondazione.

«Quest'anno la strategia erogativa - afferma il presidente Osvaldo Ranica - ha un obiettivo importante: raggiungere tutto il territorio bergamasco e offrire la possibilità di realizzare progetti a sostegno di tutte le comunità locali. La Fondazione è attiva da oltre 20 anni ma tanti ancora non ci conoscono e non possono quindi cogliere le opportunità che mettiamo a disposizione. Abbiamo la grande responsabilità di gestire e valorizzare risorse economiche che devono rendere migliore la qualità di vita delle persone: solo grazie alla partecipazione e alle proposte delle organizzazioni territoriali del terzo settore possiamo riuscire a raggiungere questo scopo. Vogliamo arrivare a tutte le realtà che hanno bisogno di noi e lavorare insieme per realizzare interventi nel campo sociale, culturale e ambientale». I fondi a disposizione quest'anno ammonteranno esattamente a 2.064.250 euro; di questi, 1.526.250 euro arrivano dai Fondi territoriali di Fondazione Cariplo e 538.000 euro da risorse messe a disposizione da altri enti.

Le linee di intervento

Alcune linee di finanziamento seguono strade storicamente consolidate, per supportare progettualità di tipo sociale destinate a fasce particolarmente fragili della popolazione, come gli anziani e i minori in situazione di disagio, o per interventi di restauro e tutela del patrimonio artistico e storico.

Novità di quest'anno sono un bando dedicato all'ambiente, in parte cofinanziato dal Fondo Gente in Montagna, con l'obiettivo di promuovere interventi di educazione e sensibilizzazione ambientale dei giovani sia attraverso azioni di riqualificazione e miglioramento dei percorsi in montagna sia attraverso la promozione di attività partecipative centrate sulla biodiversità e sulla complessità ecologica; e un bando dedicato alla lettura, finanziato al 50% dalla nuova Rete bibliotecaria bergamasca che riunisce tutti i Sistemi bibliotecari della provincia, per favorire la crescita culturale della collettività e promuovere la lettura.

Sul fronte culturale, verranno inoltre finanziati progetti studiati per poter essere realizzati in qualunque condizione e destinati a un pubblico che possa essere identificato con una forte accezione «di comunità».

I primi cinque bandi disponibili da oggi (www.fondazionebergamo.it) e aperti fino al 14 maggio, riguardano in particolare il settore sociale e sociosanitario (200 mila euro), la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico artistico (200 mila euro), le attività culturali (200 mila euro), la promozione della lettura (100 mila euro) e l'ambiente (50 mila euro).

«Tutti i bandi finora pubblicati - ricorda Osvaldo Ranica - prevedono che gli enti che verranno selezionati si impegnino a raccogliere il 20% del finanziamento come donazioni a progetto. La cifra raccolta verrà interamente destinata al progetto stesso: questa azione ha lo scopo di coinvolgere la comunità locale e di sostenere la cultura del dono. Le donazioni verranno raccolte direttamente dalla Fondazione, dando in questo modo la possibilità ai donatori di usufruire delle relative agevolazioni fiscali».

Nei prossimi mesi seguiranno i bandi cofinanziati dalla Conferenza dei sindaci, Caritas, Fondazione Istituti educativi e Fondazione Faces; mentre in autunno sarà la volta dei bandi sul disagio minorile e sulla terza età.