scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/08/2021

Comune e Provincia trovano l’accordo su Villa Margherita L’amministrazione ha rinunciato all’acquisto di tutte le quote Ingenito: i tempi sono stretti, ma raggiungeremo l’obiettivo bando di gara per la gestione di museo e spazi espositivi

Il Secolo XIX - P. M.P. M.

BordigheraTrovato l'accordo tra Comune e Provincia, a breve verrà predisposto un bando per assegnare in gestione a terzi, probabilmente una Fondazione, Villa Regina Margherita. L'obiettivo è quello di riuscire a predisporre il bando, elezioni provinciali permettendo, entro settembre. Lo ha annunciato il sindaco di Bordighera Vittorio Ingenito, dopo un incontro con il presidente della Provincia Domenico Abbo. «L'obiettivo - spiega il sindaco - è quello di trovare un soggetto con competenze museali per valorizzare la villa come merita. Alle spalle abbiamo l'esperienza, riuscita, con l'esposizione dei quadri di Monet». Villa Regina Margherita, splendida costruzione sulla via Romana, merita sicuramente di tornare ad avere un ruolo di primo piano. La struttura è di proprietà per il 30% del Comune e per il 70% della Provincia. Ma servono fondi e competenze diverse. «Si tratta di competenze che né il Comune né la Provincia possiedono. Per questo abbiamo pensato ad un bando di gara per trovare il soggetto giusto in grado di costituire un valore aggiunto», sottolinea Ingenito.E i tempi? Stretti, ribadisce il sindaco di Bordighera: «La pratica dovrà passare in consiglio comunale poi si potrà procedere con il bando. Riteniamo che la procedura si possa predisporre entro settembre». Inizialmente il Comune aveva anche ipotizzato l'acquisto dell'immobile. Ma il valore attribuito dall'Agenzia del territorio lo ha di fatto reso impossibile. Secondo quanto ribadito dal sindaco, infine, sarebbero ormai in dirittura d'arrivo i lavori di messa in sicurezza e stabilizzazione del muro retrostante l'antica dimora dove ha soggiornato la prima regina d'Italia. Il ritardo sulla tabella di marcia contestatogli tra gli altri dal consigliere Giuseppe Trucchi deriverebbe da alcune varianti effettuate proprio per ottenere una maggior tutela del museo, fine ultimo per la struttura. --P. M.© RIPRODUZIONE RISERVATA