scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/04/2021

Comune, aiuti a chi non riesce a pagare l’affitto

QN - Il Resto del Carlino

Fino a 6mila euro per il sostegno alla 'morosità incolpevole' degli inquilini, esteso anche a chi ha subito l'impatto della pandemia. Lo annuncia l'assessore Cristina Coletti anticipando i contenuti del bando, finanziato con 217.151,82 euro di fondi ministeriali (55.357 euro relativi all'annualità 2020 che si sommano a 161.794,81 relativi al 2019) e che si affiancherà ai contributi integrativi, già previsti, per le famiglie a basso reddito (il bando è stato prorogato fino al 9 aprile). «Abbiamo allargato la platea dei beneficiari - spiega l'assessore -, estendendo gli aiuti anche a coloro che, senza sfratto, presentino una autocertificazione nella quale dichiarino di aver subito, in ragione dell'emergenza Covid, una perdita del proprio reddito ai fini Irpef superiore al 30% tra marzo-maggio 2020 rispetto al medesimo periodo dell'anno precedente e di non disporre di sufficiente liquidità per far fronte al pagamento del canone di locazione in alternativa o in aggiunta agli oneri accessori». Questi aiuti non saranno cumulabili con il reddito di cittadinanza. Intanto la Giunta ha dato avvio al percorso che culminerà con la pubblicazione del bando per l'assegnazione dei contributi del Fondo. E' stata infatti approvata la convenzione con cui il Comune assegna ad Acer una serie di mansioni, tra cui: predisporre e pubblicare il bando; raccogliere le domande; verificare il possesso dei requisiti; e comunicare al Comune e alla Prefettura l'elenco dei beneficiari. «Vogliamo garantire nuove opportunità per sostenere, in un periodo particolarmente difficile, chi è stato duramente colpito dall'emergenza Covid, anche sotto il profilo economico - aggiunge la Coletti -. Si tratta di priorità e azioni che abbiamo condiviso anche nel Tavolo Territoriale per le Politiche Abitative, in modo da raccogliere e confrontarci su proposte, contributi e iniziative da mettere in campo, con una strategia unitaria a livello territoriale. In quella sede si è convenuto di dare piena continuità alle misure di sostegno già previste con il bando affitti rivolto ai cittadini a basso reddito, che si concluderà il 9 aprile, come da termine recentemente prorogato. Vogliamo così venire incontro in maniera strutturata e costante alle diversificate esigenze del disagio abitativo del nostro territorio. In un momento di estrema fragilità di molte famiglie per gli effetti sociali, sanitari ed economici della pandemia è fondamentale potenziare gli aiuti e dare massima continuità a tutte le azioni anticrisi».