scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
20/10/2020

Completamento del Museo Navale, parte intervento da 600 mila euro Il Comune sta predisponendo la gara d’appalto, le aziende sono state selezionate dalla Soprintendenza, che coordinerà tutte le opere la struttura resterà chiusa per quattro mesi

Il Secolo XIX - Milena Arnaldi

Milena Arnaldi / imperiaChiuderà per lavori, a partire dal mese di novembre, il Museo Navale "La città dei marinai". Il Comune sta predisponendo la gara d'appalto, le aziende sono selezionate dalla Soprintendenza, l'obiettivo è quello di far partire al più presto il cantiere. Il tempo previsto per ultimare gli interventi (importo 600 mila euro) è fissato in 120 giorni. Attualmente il Museo Navale, così come gli altri due poli culturali cittadini quindi il Maci di villa Faravelli e villa Grock con il suo museo del circo, sono aperti una volta a settimana - turnando da venerdì a domenica con orario pomeridiano - nel rispetto del distanziamento e delle normative legate all'emergenza. Con l'intervento di riqualificazione un nuovo tassello si va ad aggiungere all'iter per completare la struttura museale di Borgo Marina che ospita una collezione con oltre tremila reperti che vanno dalla strumentazione nautica alle tute da palombaro passando per gli arredi dei transatlantici, la parte didattica e i gioielli preziosi provenienti dallo storico sito diretto dal comandante Flavio Serafini. «Sono lavori coordinati dalla Soprintendenza - spiega l'assessore alla Cultura Marcella Roggero - Si andrà a ultimare l'allestimento della sala Dolia, si potrà aprire l'ala di ponente che ospiterà una parte di reperti che oggi per ragioni di spazio e di allestimento non possono essere valorizzati, verrà rivisto l'intero percorso museale, si procederà con lavori di consolidamento sulla struttura e sul tetto e si porterà l'ingresso del museo su Calata Anselmi. Una volta ultimati i lavori, il Museo Navale riaprirà si spera insieme al nuovo planetario, struttura ultimata ma che al momento non può entrare in funzione per le limitazioni dovute all'emergenza Covid. Durante l'estate i musei cittadini, pur con aperture limitate e ingressi contingentati, hanno dimostrato una buona vitalità e sono stati apprezzati dai visitatori. La speranza è di poter sfruttare al meglio le potenzialità del circuito museale, ampliare le possibilità di visita e procedere anche con il progetto per realizzare i giochi acqua e luci nel parco di Villa Grock». --