scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
28/05/2021

COMMUNITY

Il Manifesto

Sosteniamo le librerie bombardate di Gaza Buongiorno, prima di tutto volevo ringraziarvi per il vostro lavoro e il giornalismo di qualità che ci offrite ogni giorno. Vi contatto perché, sul giornale di oggi, ho letto l'articolo sulla distruzione delle librerie di Gaza, mi domandavo se foste a conoscenza di iniziative volte a supportare queste librerie? O se ci fosse qualcuno da contattare in caso si fosse interessati a fare delle donazioni per queste attività? Ringraziandovi, vi auguro buon lavoro e una buona giornata, Elisa Marcon Le chiamano disgrazie, sono morti di profitto Ci risiamo: un'altra "disgrazia" ha provocato l'ennesima strage. Questa volta è caduta la cabina di una funivia, 14 morti. Già dalle prime indagini sembra chiara la causa: negligenza nella manutenzione per ridurre i costi. Anche in quelle precedenti si è scoperto che a mietere vite umane non era stato il fato o il destino cinico e baro, ma l'incuria dovuta alla necessità di comprimere i costi, ergo: aumentare i profitti. Se vivessimo in una società più sincera alla domanda: "Di che sono morti quelli del Mottarone?" si dovrebbe rispondere: "di profitto". Mauro Chiostri La natura classista del governo Draghi Caro Manifesto, con il passare del tempo emerge in modo sempre più evidente la natura classista del governo presieduto dal banchiere Draghi. È sufficiente analizzare l'evolvere degli eventi e dei provvedimenti che stanno per essere adottati. Per usare la metafora potremmo affermare che i nodi stanno venendo al pettine. Primo fra tutti il provvedimento di mancata proroga del blocco dei licenziamenti in scadenza il 30 Giugno 2021. Si tratta di un cedimento nei confronti di Confindustria. Abbiamo assistito all'umiliazione del ministro del Pd Orlando accusato di avere tentato surrettiziamente una forzatura attraverso la proroga alla fine di Agosto 2021 del blocco medesimo. In questo caso, per difendere la propria dignità politica il ministro avrebbe dovuto dimettersi. In successione la questione relativa alle modifiche del codice degli appalti e delle gare al massimo ribasso. Fra i principali sostenitori di questa tesi, c'è il senatore Salvini, che ignora quali siano le devastanti conseguenze in materia di corruzione, di violazione dei diritti dei lavoratori, di mancato rispetto delle norme sulla sicurezza. Chi vi parla ha vissuto gli ultimi anni della propria vita lavorativa, in un'azienda che ha lavorato in appalto per il gruppo Leonardo (in appalto nel settore privato) e conosce le pesanti conseguenze delle gare assegnate con il criterio del massimo ribasso. Per ultimo permettetemi di citare la proposta avanzata dal segretario del Pd Letta, di aumentare la tassa di successione sui grandi patrimoni finanziari e immobiliari (superiori ai 5 milioni di Euro). Una proposta moderata nel tentativo di operare una redistribuzione della ricchezza per finanziare i giovani, proposta bocciata immediatamente dal presidente Draghi e dalle forze di destra che sostengono la sua maggioranza di governo. Sono queste le scelte politiche che contribuiscono sempre di più a definire la natura classista di Draghi e del governo da lui presieduto. Giuliano Della Foglia, iscritto Cgil Ma quale Super Mario In politica estera non apre bocca senza il consenso di Joe Biden. In politica interna parla sotto dettatura del dott. Bonomi. Questo è Mario Draghi: facente funzioni di capo del governo e figurante in maschera sulla scena internazionale. Valerio Cordiner Aereo civile dirottato, una vicenda grave ma tutt'altro che inedita (...) Per quanto riguarda il "dirottamento" aereo in seguito al quale è stato arrestato Roman Protasevich dalle autorità bielorusse, in passato in casi simili non si sono registrate tali veementi e isteriche proteste da parte degli Usa e dei loro vassalli EU. Tutt'altro. Ad esempio la Turchia costrinse all'atterraggio ad Ankara un aereo passeggeri siriano sospettato di trasportare armi. Così l'Ucraina fece atterrare a Kiev un Boeing bielorusso con a bordo l'esponente anti-Maidan Armen Martirosyan, con la minaccia di caccia militari fatti decollare per dirottare il volo e costringerlo all'atterraggio a Kiev. E che dire del volo presidenziale dell'allora presidente boliviano Evo Morales, che fu costretto ad atterrare in Austria perché ci furono forti pressioni degli Stati Uniti perché sospettavano che a bordo volasse insieme a Morales il whistleblower statunitense Edward Snowden. Allora non si udirono proteste veementi provenire dal campo "liberale". (...) E che dire dei casi di Ocalan e di Assange, naturalmente non inquadrabili come "paladini delle libertà" da politici e commentatori dalla sensibilità "democratica" alquanto selettiva. Viljem Gergolet Solidali con Cuba isolata che ci ha aiutato e ha il vaccino autoprodotto Ho letto l'articolo di Roberto Livi da L'Avana e parteciperò alla campagna siringhe coinvolgendo anche le persone che conosco. Il Manifesto potrebbe dare anche più informazione sulla campagna e sostenerla. Io non ne sapevo niente, e probabilmente ci sono altre persone che non sanno e potrebbero partecipare. Se c'è un popolo che merita solidarietà è il popolo cubano. Cuba ci ha anche mandato dei medici nel periodo più difficile del Covid qui, ma pensare a un senso e un qualche gesto di gratitudine da parte dei nostri governanti è fuori dal mondo. Gigi Viglino