MENU
Chiudi
04/10/2018

Comital, scade il bando ma non ci sono offerte

La Stampa - nadia bergamini

Nessuna offerta per l'acquisto di Comital-Lamalù. Il bando, scaduto il 2 ottobre, non ha trovato acquirenti per le due aziende di Volpiano, dichiarate fallite a giugno dal Tribunale di Ivrea. Non ancora, perlomeno. All'incontro che si è svolto ieri in Regione i curatori fallimentari hanno spiegato che, pur essendoci state diverse manifestazioni di interesse, alla scadenza del bando di gara, queste non si sono tradotte in offerte concrete, ma poiché ci sono altri soggetti potenzialmente interessati, un nuovo bando sarà aperto nel mese di gennaio.

Per intanto 127 lavoratori rimangono senza ammortizzatori sociali. Anche se una speranza rimane: il cosiddetto «Decreto Genova», che reintroduce la cassa integrazione straordinaria per cessazione. «Sin dalle prime indiscrezioni sul decreto - dichiara l'assessora regionale al Lavoro Gianna Pentenero -, ho scritto al ministero del Lavoro chiedendo esplicitamente che anche le aziende fallite, i cui lavoratori risultano sospesi, potessero rientrare nel provvedimento. Martedì 9 ottobre è fissato un incontro al Ministero, a cui parteciperò insieme ai curatori fallimentari, per ricevere informazioni puntuali sull'applicabilità del decreto».

Preoccupata la Fiom-Cgil: «I lavoratori sono allo stremo e la cassa integrazione è uno strumento indispensabile per gestire una situazione che rischia di diventare ingovernabile. La cassa serve ai lavoratori per sopravvivere e alla curatela per accompagnare il periodo previsto dal nuovo bando».

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore