scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/04/2021

Colonnine per auto elettriche Per i gestori 3 anni senza tassa

Messaggero Veneto - Milena Bidinost

Approvato in consiglio il regolamento unico patrimoniale, via libera al bando Undici punti per le installazioni. L'assessore Raffin: «Attività da incentivare» cordenons Colonnine per auto elettriche Per i gestori 3 anni senza tassa Approvato in consiglio il regolamento unico patrimoniale, via libera al bando Undici punti per le installazioni. L'assessore Raffin: «Attività da incentivare» cordenons
Milena Bidinost / CORDENONSNiente tassa per l'occupazione del suolo pubblico per i gestori delle colonnine di ricarica elettrica per le auto a Cordenons. Vale per i primi tre anni dall'installazione, il tempo massimo concesso dalla legge alla discrezionalità del Comune. È una delle esenzioni stabilite dal nuovo regolamento unico patrimoniale approvato l'altra sera da quasi la totalità del consiglio comunale (astenuto il M5s). Questo regolamento fonde i vecchi regolamenti sull'occupazione del suolo pubblico (Cosap) e sull'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni, per un'entrata complessiva prevista di 130 mila euro annui. «La volontà è di incentivare la diffusione delle colonnine, ritenendo che ciò garantirà un servizio migliore - afferma il vicesindaco e assessore al bilancio, Stefano Raffin - . Se da un lato la vendita delle auto elettriche o ibride sta aumentando, dall'altro uno dei limiti è rappresentato, specialmente nei piccoli comuni, della quasi assenza di colonnine di rifornimento».A Cordenons il progetto delle colonnine era allo studio dal 2018, rallentato da difficoltà di gestione dovute a un vuoto normativo che l'anno scorso è stato coperto a livello nazionale. «Ora che abbiamo il regolamento possiamo dare corso all'iter del bando per l'installazione e la gestione delle prime undici colonnine, in altrettanti punti strategici del territorio comunale - evidenzia Giuseppe Netto, assessore ai Lavori pubblici - . Ciascun punto di ricarica sarà in grado di rifornire contemporaneamente due veicoli. Per l'estate dovremmo poter individuare il gestore, dal quale dipenderanno i tempi di avvio del servizio».Il regolamento unico patrimoniale, entrato in vigore con effetto retroattivo dal 1 gennaio, è un atto propedeutico al bilancio di previsione 2021 -2023, che sarà sottoposto al voto in consiglio l'8 aprile.Nel frattempo, nella seduta dell'altra sera la maggioranza ha approvato il regolamento per la gestione del canone di occupazione delle aree del mercato. Sulla variante 43, invece, le minoranze consiliari, in autotutela, non hanno partecipato alla discussione e al voto (il M5s era presente alla sola discussione). Il punto è stato quindi approvato dai tredici consiglieri di maggioranza, i quali hanno garantito il numero legale per la validità della seduta.Sempre la maggioranza ha approvato le modifiche allo statuto dell'ente Fiera, di cui il Comune è socio al 5,59%, punto sul quale le minoranze hanno avuto da ridire: Zancai e Cervesato si sono astenuti, gli altri hanno votato contro.In quanto, infine, al regolamento per la videosorveglianza, l'approvazione è stata rimandata in attesa che arrivi il parere del responsabile per la protezione dei dati, soggetto esterno all'amministrazione comunale. --© RIPRODUZIONE RISERVATA