scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
29/05/2021

Città vecchia, bandi per la riqualificazione

La Gazzetta Del Mezzogiorno

Insediamento di attività economiche e nuovo regolamento edilizio
GIACOMO RIZZO l Tre misure ad hoc per la riqualificazione della Città vecchia, l ' insediamento e la valorizzazione degli spazi commerciali e culturali. Gli assi sui quali si sviluppa questa strategia, tra loro interconnessi, sono stati presentati ieri a Palazzo di Città dal sindaco Rinaldo Melucci e dagli assessori Francesca Viggiano, Ubaldo Occhinegro e Fabrizio Manzulli . Si tratta del bando per la concessione in locazione di immobili comunali presenti in via Cava e via Duomo; il bando " Taranto Crea " , azione prevista all ' inter no delle schede del Cis (Contratto istituzionale di sviluppo), per sostenere l ' insediamento di im prese culturali e innovative e qualificare l ' offer ta commerciale e di servizi, e l ' aggiornamento del regolamento edilizio per derogare ad alcune restrizioni normative che consentirà la realizzazione di attività anche in locali interrati e seminterrati. L ' amministrazione punta «a ripopolare il quartiere - ha spiegato il sindaco - con interventi capillari, che si affiancano alle azioni più ampie, di respiro urbanistico, previste dal piano " Isola Madre " . Immaginiamo la Città vec chia piena di vita, persone, turisti, attività commerciali e culturali». Il bando comunale per la locazione prevede la disponibilità di 51 unità immobiliari, distribuite in 35 lotti commerciali (27 in via Cava e 8 in via Duomo), con prezzi che vanno da 3 a 3,5 euro a metro quadro. «Adotteremo diversi criteri per assegnare gli immobili - ha precisato l ' assessore al Patri monio Francesca Viggiano - , dalla qualità del progetto alla sua sostenibilità, fino alla tipologia di attività da sviluppare. Sarà una grande opportunità per chiunque voglia investire in Città vecchia e, soprattutto, essere parte di una rinascita che è già cominciata». Con l'aggiornamento del regolamento edilizio, che sarà completato nell ' arco di pochi mesi, sarà prevista un ' appendice spe cifica per agevolare gli interventi di rifunzionalizzazione di piani terra, seminterrati e ipogei di Città vecchia. Come già avviene in diversi borghi antichi, uno su tutti Matera, saranno previste specifiche deroghe su alcuni standard minimi come altezze, rapporti aeroilluminanti, caratteristiche e numero dei servizi igienici, abbattimento barriere architettoniche. «I nostri uffici - ha evidenziato l ' assessore all ' Urbanistica Ubaldo Occhinegro - stanno conducendo un lavoro importante per sincronizzare le norme attuali alle esigenze di questa nuova stagione di rigenerazione urbanistica del centro storico di Taranto, un lavoro che conta anche sulla preziosa collaborazione con Asl che esprime pareri sulle condizioni igienico-sanitarie dei locali commerciali». La misura " Taranto Crea " , infine, mette sul piatto 3 milioni di euro derivanti dal piano " Isola Madre " , secondo le intese tra amministrazione Melucci e Ministero per i Beni e le Attività Culturali, sia con l ' attuale ministro Dario Franceschini , sia con il suo predecessore Alberto Bonisoli . «I progetti dovranno avere un impatto diretto sulla Città Vecchia - ha puntua lizzato l ' assessore allo Sviluppo Economico Manzulli - , dovranno ri guardare l ' economia della cultura, la valorizzazione del territorio e il turismo, con un massimale finanziabile di 500mila euro. Sarà finanziato anche uno sportello fisico di Invitalia nella Città vecchia di Taranto che seguirà direttamente gli aspiranti imprenditori e darà indicazioni anche su altri bandi promossi dalla struttura governativa». Non è intenzione dell ' amministrazione, ha concluso il sindaco Melucci, «musealizzare la Città vecchia e queste misure ci aiuteranno a ottenere questo risultato, insieme con l ' opera di molti operatori sociali: non basta attirare investimenti se non riusciamo a creare osmosi tra vecchi e nuovi residenti, questi ultimi intesi in senso ampio. Sottrarremo al degrado ampie porzioni dell ' Isola, quindi, e la ripopoleremo di buo na economia».

Foto: «TARANTO CREA» Presentate misure per riqualificare la Città vecchia