scarica l'app
MENU
Chiudi
15/05/2020

«Circolo vela Torbole: un bando pasticciato»

Il Trentino

L'attacco. L'opposizione critica la decisione di Morandi per l'assegnazione
Il bando per l'afNAGO-TORBOLE. fidamento in uso precario del compendio sportivo Circolo Vela, in località Conca d'Oro, a Torbole, indetto dall'amministrazione comunale lo scorso 30 aprile e con scadenza il 27 maggio prossimo, torna ad accendere il dibattito. Ad intervenire in merito, le minoranze di Partecipiamo per Nago-Torbole. "In tempi non sospetti abbiamo chiesto di effettuare il bando per il rinnovo delle convenzioni dei poli turistici e dei poli sportivi. È normale che si aspetti la decadenza naturale del consiglio comunale e in regime di prorogatio si faccia il bando (pasticciato) per la gestione del Circolo Vela di Torbole? - si legge sui social del Gruppo consiliare di Perugini e Tonelli - non ci si poteva organizzare e programmare per tempo? E come la mettiamo con le diffide e le raccomandazioni dell'Agenzia nazionale per la concorrenza? Abbiamo bisogno di rilancio della promozione velica e turistica, non di eventuali contenziosi con l'Agcom o altri enti che vorrebbero partecipare alla gara". La giunta Morandi ha approvato l'atto di indirizzo per l'affidamento del compendio sportivo del quale l'ente pubblico ha la titolarità attraverso la modalità dell'asta pubblica, al prezzo a base d'asta di 29.400 euro più Iva. "È un atto che segue gli obiettivi e gli indirizzi che abbiamo avviato fin dal primo giorno del nostro insediamento, e su cui intendiamo procedere - dichiara il primo cittadino di Nago-Torbole, Gianni Morandi - il bando intende assegnare il Circolo ad associazioni sportive senza scopo di lucro, che abbiano la capacità di organizzare regate e di promuovere l'attività velica, anche a favore dei giovani. Una gara tecnico-economica, in cui la parte economica ha una valenza minore rispetto all'attività puramente legata al Circolo". L'edificio che ospita il Circolo è stato realizzato nel corso del tempo dai soci fondatori, con l'assenso delle amministrazioni pubbliche proprietarie, mediante risorse in parte proprie e, in parte, con finanziamenti pubblici, e fino al 31 maggio di quest'anno è stato affidato in gestione al Circolo Vela Torbole. "Assieme alla Provincia, che ha dato un finanziamento, abbiamo investito nella sua ristrutturazione - ha aggiunto Morandi - completando anche l'operazione di "svuotamento" di tutti quegli elementi che non risultavano strettamente legati alla promozione dello sport (ricordo che un tempo il Circolo comprendeva la gestione di un pubblico esercizio e del parcheggio pubblico a pagamento, tornato in gestione al Comune), che lo ha reso un impianto sportivo a vocazione avulsa da logiche di mero profitto commerciale, ma dedito alla promozione delle attività sportive e dei legami con il territorio". S.BASS.

Foto: • Il Circolo vela di Torbole