scarica l'app
MENU
Chiudi
03/11/2020

Cimitero, Italstudi resta fino al nuovo appalto

La Nuova Sardegna - di Gavino Masia

Il Comune proroga la gestione del servizio fino ad agosto del prossimo anno In ballo un project financing trentennale con un incremento di 1900 posti
di Gavino MasiawPORTO TORRESIl Comune ha deciso di prorogare il servizio cimiteriale alla società Italstudi fino ad agosto 2021, in attesa di bandire la nuova gara d'appalto per l'affidamento in concessione della stessa gestione del sistema cimiteriale attraverso finanza di progetto. A dire il vero il contratto era già scaduto lo scorso il 6 dicembre 2019 e anche in quell'occasione l'amministrazione comunale aveva provveduto a una proroga tecnica a favore della società con sede legale a Roma. Un ritardo considerevole nella predisposizione del nuovo appalto, dunque, considerato che è trascorso quasi un anno e i prezzi dei loculi sono sempre alle stelle (cioè molto cari) rispetto a quelli in uso nelle in altre strutture cimiteriali dell'area vasta. Nel frattempo, agosto 2019, è pervenuta all'attenzione del sindaco e della struttura comunale la proposta della società Altair. Che in qualità di capogruppo di un costituendo Raggruppamento temporaneo di impresa con Edilver srl e cooperativa società Barbara B - ha presentato una proposta di partenariato pubblico privato per l'affidamento in concessione della gestione del sistema cimiteriale di Porto Torres della durata di 30 anni. Nella documentazione presentata, il nuovo proponente garantisce la gestione, la progettazione e la realizzazione a propria cura e spese, dei manufatti cimiteriali, da realizzarsi su terreno di proprietà comunale. Oltre alla gestione dei servizi cimiteriali, dell'illuminazione votiva, della manutenzione ordinaria e straordinaria e del servizio di guardiania dei cimiteri di via Balai e Ponte Pizzinnu. Il project financing della società Altair prevede un incremento di posti nel cimitero di Ponte Pizzinnu di ulteriori 1912 unità. E la ristrutturazione di 530 loculi nel cimitero storico di via Balai. Ora è però necessario bandire la gara d'appalto per l'affidamento in concessione della gestione del sistema cimiteriale e, considerata la complessità della proposta, il dirigente del settore Ambiente Franco Satta ha scelto già il gruppo di lavoro che lo supporterà nell'attività istruttoria degli atti di gara. Si tratta di dipendenti di ruolo dell'Ente, che dovranno garantire un approccio multidisciplinare al bando europeo. In attesa che tutta la fase burocratica si concretizzi al più presto, la questione dei due cimiteri assume rilevanza nel fine settimana dedicato al ricordo dei defunti. Non esiste infatti una ordinanza sindacale che disciplini gli ingressi (come negli altri Comuni) e questo può creare dei pericolosi assembramenti in un periodo di emergenza epidemiologica in corso.