scarica l'app
MENU
Chiudi
11/02/2020

Cimiteri, via al bonus cremazione

Il Gazzettino

Lo scopo dell'iniziativa sperimentale è arginare la necessità di ampliare i campisanti. Riaffidata la gestione dei servizi
PORCIA
Primi due contributi alla cremazione a Porcia, dove l'incentivo è in vigore dall'inizio dell'anno. Sono state infatti un paio le richieste pervenute a gennaio, ciascuna per un importo di 400 euro. Per frenare la necessità di ampliamento dei due cimiteri, l'amministrazione ha infatti deliberato di introdurre un incentivo per chi sceglie la cremazione. La strada individuata è dunque quella di avviare sperimentalmente, a partire dal 1. gennaio 2020, un sistema di incentivazione di questa pratica, al fine di determinare un minor ricorso all'uso di loculi, riducendo di conseguenza l'impegno dell'amministrazione nell'edificare nuove strutture.
LE TARIFFE
Nell'approvazione delle tariffe comunali per il bilancio 2020-2023 si sono stabilite, almeno per ora, la cifra di 400 euro per ogni persona deceduta la cui salma sia immediatamente cremata e che abbia diritto alla sepoltura nei cimiteri di Porcia, e di 200 euro per i casi in cui si decida la cremazione per i resti mortali non completamente mineralizzati. L'impegno di spesa per il 2020 è stato fissato in 20mila euro, che equivale a 50 incentivi nel caso di salme immediatamente cremate o il doppio per la cremazione di resti non completamente mineralizzati.
I SERVIZI CIMITERIALI
Nel frattempo, è stata riaffidata la gestione dei servizi cimiteriali, secondo le nuove regole dettate dalla Regione. Il 31 gennaio scorso è infatti scaduto l'appalto per la manutenzione e la custodia dei due cimiteri di Porcia, e il Comune ha deliberato l'adesione alla convenzione stipulata fra la Regione Friuli e la Coop Noncello. Nel 2017, infatti, la Centrale unica di committenza (Cuc) ha bandito una gara d'appalto suddivisa in 8 lotti territoriali a livello regionale, per l'affidamento appunto di tale servizio, e i lotti 1, 3 e 4 sono stati aggiudicati alla Coop Noncello di Roveredo, che ha stipulato la relativa convenzione con la Regione. Il Comune di Porcia così come gli altri dell'Uti del Noncello rientra nel lotto 1 e dunque, a decorrere dalla stipula della convenzione, lo scorso 14 maggio, nel momento in cui necessiti dei servizi ricompresi, è tenuta ad affidare la gestione dei cimiteri alla società individuata dal bando regionale. Il Comune ha stabilito di stipulare un contratto attuativo di 12 mesi, il minimo previsto dalla convenzione (il massimo è di 48 mesi), per un costo complessivo di circa 50mila euro, a decorrere dal 4 febbraio scorso e fino al 3 febbraio 2021. L'appalto comprende i servizi cimiteriali in senso stretto (dalla tumulazione alla disposizione delle ceneri e alla fornitura di cassette di zinco e alla chiusura della cella mortuaria), la custodia e la vigilanza del cimitero e la manutenzione del verde.
Lara Zani
© RIPRODUZIONE RISERVATA