scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/04/2021

Cibo e musica dal vivo Aggiudicato il bando per far rinascere lo Chalet

La Stampa - PF. CAR.

parco del valentino
Un ristorante, in cui il pasto sarà accompagnato da musica dal vivo. Ecco cosa diventerà lo Chalet, ex discoteca nel Valentino, chiusa da quattro anni. È il progetto di Vivenda, azienda che ieri ha vinto il bando del Comune per l'affidamento in concessione del locale. Un piano che i nuovi affidatari contano di realizzare già in estate. Cinque le buste aperte a Palazzo Civico. Vivenda si è aggiudicata - per ora in via provvisoria - lo Chalet con un'offerta di 144.660 euro di canone annuo (46.600 era la base d'asta). Si tratta di una società che opera nel settore della ristorazione collettiva per aziende, scuole, residenze, alberghi, ospedali. Fa parte del grippo romano La Cascina, che conta 10 mila dipendenti, ha un fatturato di 400 milioni l'anno ed eroga 37 milioni di pasti al giorno. Per l'assegnazione definitiva, ora, mancano le ultime verifiche tecniche, che il Comune conta di concludere in due mesi. Dunque: se l'offerta sarà ritenuta valida, Vivenda riceverà le chiavi a inizio giugno. Poi dovrà rimettere a nuovo il vecchio locale, vandalizzato e rimasto senza alcune pareti: «Siamo pronti a ristrutturare l'edificio in un mese - assicura Marco Muzj, direttore della filiale torinese de La Cascina - Ci piacerebbe partire in estate, per sfruttare le belle giornate e la voglia delle persone di tornare a vivere dopo le difficoltà degli ultimi tempi». La scelta di realizzare un ristorante è legata ai paletti fissati dal bando, in cui veniva esclusa la possibilità di riproporre una discoteca. «Noi aggiungeremo l'intrattenimento: vale a dire musica leggera, di accompagnamento» spiega Muzj. Un bando che era stato predisposto dall'assessorato guidato da Antonino Iaria, che nei mesi scorsi aveva già trovato un nuovo gestore per altri due locali abbandonati nel parco, la Rotonda e il Fluido: «È con la ferma volontà di fare di tutto il Valentino un simbolo di ripartenza che, da anni, lavoriamo affinché venga archiviata una stagione di abusi e di irregolarità» sottolinea la sindaca, Chiara Appendino. - © RIPRODUZIONE RISERVATA .

Foto: REPORTERS


Foto: La consegna delle chiavi è attesa entro le prime settimane di giugno