scarica l'app
MENU
Chiudi
08/01/2019

Cesp, nuovo bando di gara Più fondi e meno vincoli

La Nuova Sardegna - di Paolo Merlini ; w;

La prima procedura per l'appalto decennale era andata deserta: troppo onerosa Ora il Comune raddoppia l'impegno economico da 380mila a 800mila euro
di Paolo MerliniwNUOROCambio di rotta del Comune nell'affidamento della gestione del Cesp di Pratosardo, il centro etico sociale attualmente assegnato in proroga alla cooperativa Lariso. Lo scorso novembre la gara d'appalto per il servizio nei prossimi dieci anni era andata deserta: troppo vincolante per un'impresa, sia pure di tipo sociale, il bando predisposto dall'amministrazione, e inoltre poco appetibile sotto il profilo economico: a fronte di un impegno decennale il Comune avrebbe versato alla società vincitrice dell'appalto, e fornitrice di una vasta gamma di servizi, la somma di 380mila euro al netto dell'Iva (nei primi quattro anni). Condizioni ritenute poco vantaggiose da tutte le coop operanti nel settore, a cominciare dalla Lariso che ha gestito il Cesp dal 2013 sino a oggi. A rendere ancora meno appetibile la gara, il fatto che il Cesp si trovi in una zona industriale malamente servita dagli autobus e con varie criticità.Il nuovo bando offre nuovi elementi di interesse per i gestori, e non solo sotto il profilo economico, che da 380mila euro sale a 800mila suddivisi in 10 anni. Vengono meno infatti una serie di vincoli che avrebbero limitato le legittime aspettative di imprese che sono sì di tipo sociale, ma pur sempre imprese. «Oltre all'adeguamento del canone - dice l'assessore ai Servizi sociali Valeria Romagna - abbiamo cercato di proporre condizioni che consentissero agli affidatari di potenziare l'aspetto imprenditoriale della gestione. A mio avviso anche il bando precedente presentava elementi di interesse, ma occorre considerare la situazione economica generale del territorio in cui operiamo». Il risultato della gara si conoscerà nei primi giorni di febbraio.Alla luce delle novità, è dunque probabile che anche la coop Lariso questa volta parteciperà alla gara. Nei cinque anni della sua gestione sono stato quasi 7500 gli utenti. Tra le attività realizzate figurano formazione professionale, workshop, laboratori rivolti a ragazzi e adulti, convegni, concerti, corsi e spettacoli teatrali, progetti di inclusione sociale, collaborazione a progetti di alternanza scuola-lavoro. Circa ottanta tra enti pubblici e associazioni hanno usufruito degli spazi del Cesp. Tra le iniziative messe in campo il FabLab, riservato alla stampa in 3d, il Med, mercato dell'ecodesign, il supporto alla creazione di nuove imprese (è recente il caso di tre giovani donne che hanno costituito Desacrè, una cooperativa sociale che produce borse e accessori con materiali di riciclo). Diversi infine i corsi di formazione avviati con certificazione delle competenze riconosciuta dalla Regione.