scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
07/08/2021

Centro intermodale al via ripartono lavori e cantiere

La Nuova Sardegna - di Valeria Gianoglio

Dopo un percorso travagliato l'appalto riprende per terminare il progetto L'accordo di programma è del 2008. Finora eseguito il 98,8 per cento del piano OPERE PUBBLICHE»IL PUNTO
di Valeria GianogliowNUOROPer vederne la fine manca poco più dell'1 per cento del progetto complessivo. Al sopralluogo del 20 gennaio 2020, infatti, il verbale che decretava la chiusura dei lavori aveva registrato uno stato di avanzamento del 98,8 per cento. Ma adesso, dopo alcuni anni dove non sono mancati i problemi e le difficoltà dell'impresa - poi confluiti in una dichiarazione di fallimento - i lavori del Centro intermodale di via Lamarmora sono pronti a ripartire per completare proprio quel pezzetto di opera che mancava da tempo: come lo sbancamento dell'area tra la ferrovia e il muro sotto il viale Trieste, per evitare allagamenti e smottamenti.Il Comune, infatti, in questi giorni ha affidato in modo direttto - perché lo consentono le norme in casi travagliati come questo - e ha aggiudicato in via definitiva i lavori a una impresa nuorese, quella di Giuseppe Pischedda, che si è dichiarata disposta ad eseguire le opere previste dal progetto per un importo che supera di poco i 182mila euro. L'impresa si è impegnata con il Comune a completare l'opera in tempi strettissimi. Secondo quanto ha affermato l'assessore ai Lavori pubblici, Fabrizio Beccu, l'intervento dovrebbe essere concluso entro quest'anno, e dopo una sfilza da competizione di rogne burocratiche e difficoltà di impresa, c'è da scommetere che quando l'opera verrà consegnata saranno in tanti a tirare un sospiro di sollievo. Perché il rischio incompiuta, soprattutto in una certa fase, è sembrato davvero dietro l'angolo. La storia del Centro intermodale story, del resto, nel corso degli anni si era spesso arenata tra diversi problemi tecnici. Risale al 2008 l'accordo di programma in seguito a un accordo di programma tra Comune di Nuoro, Regione, le ferrovie della Sardegna e l'Arst, che aveva manifestato la volontà di realizzare un centro intermodale passeggeri a Nuoro. Ma l'avvio del primo lotto di lavori, porta la data del 26 aprile 2010. Mentre l'anno precedente, nel 2009, la Regione aveva concesso un finanziamento di 4 milioni di euro per ilsecondo stralcio dei lavori, e tra il 2014 e il 2015 la giunta comunale di Nuoro aveva approvato il progetto preliminare e quello definitivo del Centro intermodale passeggeri che preveda una spesa complessiva di quattro milioni di euro. Nel 2015, poi, il Comune aggiudica l'appalto a una ditta, e nel 2017 fu approvato il progetto esecutivo che che prevedeva un aumento di spesa, rispetto all'importo iniziale di contratto, di 397mila euro, per adeguare il progetto alle nuove norme, sopraggiunte in corso d'opera, sul capitolo dell'efficientamento energetico degli edifici, ma anche per sistemare alcuni aspetti legati a indagini strutturali. i lavori, come spiega il Comune, erano stati consegnati il 22 marzo del 2017 e «furono regolarmente eseguiti fino ad un avanzamento percentuale pari al 98,88 per cento, ma non furono completati, a causa di sopraggiunti gravi problemi finanziari che non hanno consentito all'impresa appaltatrice di portare a termine i lavori». Ma nonostante le difficoltà incontratre dall'impresa, la stessa, su richiesta del Comune, e seppur a ranghi ridotti, ha comunque eseguito ulteriori interventi di collegamento e di messa in sicurezza delle parti incomplete fino al 27 gennaio dell'anno scorso quando fu emesso il verbale di chiusura del cantiere e registrato uno stato di avanzamanento dei lavori al 98,8 per cento. Ora, dunque, il cantiere riapre per completare quell'1 per cento circa ancora incompleto.©RIPRODUZIONE RISERVATA