scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/03/2021

Centro diurno, tre bandi a vuoto

La Prealpina

Nessuna cooperativa si fa avanti a causa di alcune clausole. È polemica sulle regole scelte
Il sindaco Galli: «Dobbiamo pensare alle esigenze di un territorio più vasto»
MARNATE - Centro Diurno San Sebastiano resta chiuso, non solo per il Covid. Tre bandi per l ' a ffidamento della gestione sono andati a vuoto. Ed è scontro fra la maggioranza e la minoranza. Il sindaco Betty Galli ha annunciato che a breve ci sarà un nuovo bando ma il capogruppo Roberto Pozzoli non intende cedere sul tema: «Per ben tre volte nessuna cooperativa si è dimostrata interessata a gestire il centro San Sebastiano e quella precedente ha consegnato le chiavi. Ad oggi, i centri sono chiusi per la pandemia, ma se dovessero ripartire il servizio di Marnate non potrà essere aperto perché non c ' è nessun gestore che si sia reso disponibile». Nel mirino anche la discussione che ha tenuto banco in Consiglio comunale con l ' assessore ai Servizi sociali Gemma Donati relativamente alle spese di manutenzione straordinaria dell ' immobile. Pozzoli spiega mostrando i documenti: «Al contrario di quanto riferito dall ' assessore, nel bando pubblicato è indicato " l ' e s e c u z i one della manutenzione straordinaria potrà essere valutata dal Comune che ha facoltà di intervento, senza obbligo alcuno, ovviamente sussistendone idonea copertura finanziaria " . È evidente che sia un punto che nessun privato intenzionato a gestire una struttura di proprietà pubblica potrà accettare». Pozzoli poi spiega: «È come se un cittadino affittasse un appartamento e la manutenzione straordinaria (come ad esempio la rottura degli impianti sanitari), che è a carico del proprietario, dovesse essere fatta dall ' inquilino perché non si sa se il proprietario (Comune) abbia intenzione o i soldi per farla. In questa incertezza, come dimostrato dai bandi andati deserti, nessuna cooperativa vuole gestire il centro diurno». Mentre il sindaco Galli è già pronta a indire un nuovo bando: la giunta e gli uffici sono al lavoro per cercare una soluzione che possa permettere di riaprire il Centro San Sebastiano. «Dobbiamo pensare non solo alla dimensione del paese ma a quella sovracomunale. I servizi alla persona sono da tempo ideati sulle esigenze del territorio e per questo dobbiamo tenere presenti le esigenze di Marnate e del nostro bacino d ' area. La volontà è quella di dare una risposta alle fasce deboli della nostra comunità», chiarisce il primo cittadino ben sapendo che molte famiglie restano in attesa di risposte chiare. Veronica Deriu © RIPRODUZIONE RISERVATA