scarica l'app
MENU
Chiudi
19/09/2018

Centomila euro per progetti d’integrazione Il Comune li rifiuta: «Li avremmo sprecati»

QN - Il Giorno

ADDIO FINANZIAMENTO «NON STRATEGICI». MA IL PD VA ALL'ATTACCO
- SESTO SAN GIOVANNI - IL COMUNE ottiene 100mila euro per l'integrazione, ma l'amministrazione li rifiuta perché non strategici. A giugno 2016 il municipio aveva partecipato all'avviso pubblico "Multi-azione Fami 2014/2020" per sostenere percorsi di integrazione dei cittadini terzi, vincendo il finanziamento. Tra le azioni da realizzare, facilitare l'accesso alle informazioni sui servizi comunali da parte dei cittadini stranieri e migliorare soprattutto l'accesso ai servizi socio educativi e demografici. Si sarebbero inoltre dovuti attivare programmi di presa in carico attraverso interventi di mediazione linguistica e culturale. Nei giorni scorsi, però, l'amministrazione all'unanimità ha deciso di rinunciare alle risorse. «Pur di non costruire percorsi d'integrazione, che potrebbero migliorare la vita dei cittadini, si rinuncia a 100mila euro già assegnati - denuncia il Pd -. I Comuni lamentano spesso che le risorse per attivare nuovi servizi sono sempre scarse, se non inesistenti. Eppure si riusce addirittura a rifiutare un finanziamento già ottenuto. Insomma, un no all'integrazione anche se gratis». DA PIAZZA della Resistenza si rigettano le accuse. «I progetti devono essere mirati e utili. Il vecchio bando puntava ad aree di azione esageratamente ristrette per bisogni superati all'interno del nostro territorio. I soldi pubblici non si sprecano. Non erano utilizzabili nelle scuole né nella formazione». Ambiti invece coperti con la partecipazione ad altri avvisi. «Quest'estate abbiamo deliberato l'adesione ai bandi Fami 2018/2019. In particolare, abbiamo aderito a un bando che agirà nelle scuole e a favore dei bambini con un valore di 71mila euro e abbiamo presentato un programma dal valore di 65mila euro che punterà agli adulti e alla formazione. Per noi integrazione significa equipaggiare i cittadini stranieri di strumenti utili per orientarsi e crescere in autonomia nel territorio che li accoglie». La.La.