scarica l'app
MENU
Chiudi
02/12/2019

C’è la fila per diventare vigile già 110 concorrenti per 4 posti

Il Piccolo di Trieste - Francesco Fain

Il bando scade il 5 dicembre e il numero è destinato a crescere ulteriormente Il comandante Muzzatti: «Spero che le prove fisiche si svolgano entro l'anno» caccia al posto fisso in comune
Francesco Fain Tradizionalmente le domande di partecipazione arrivano in prossimità della scadenza del bando fissata, in questo caso, per giovedì 5 dicembre. Eppure, sono già 110 le domande per concorrere a 4 posti di vigile urbano a Gorizia. Un numero considerevole e destinato a crescere. «Credo che, di questo passo, le domande arriveranno a quota 150, forse anche di più, proprio perché c'è la tendenza a "muoversi" in prossimità della scadenza dei bandi - spiega Marco Muzzatti, comandante della Polizia locale -. L'eventuale preselezione scatta qualora dovessero esserci 200 concorrenti ma credo non sarà necessario effettuare la scrematura. Comunque, si tratta di numeri importanti e che confermano quanto sia atteso questo concorso.Un concorso, peraltro, un po' "disgraziato" perché si tratta del secondo bando dopo che il primo è stato, in fretta e furia, ritirato perché conteneva dei limiti d'età giudicati troppo stringenti. «Abbiamo bisogno di questi rinforzi - spiega ancora Muzzatti - perché l'organico è numericamente carente e le competenze sono cresciute. La mia speranza è che, almeno le prove fisiche (una novità assoluta per Gorizia, ndr), possano effettuarsi entro l'anno, per poi proseguire con le altre prove previste dal bando».Presumibilmente, i test si svolgeranno al campo d'atletica Ernesto Fabretto, nel rione Campagnuzza ma tutte le notizie e i dettagli organizzativi verranno resi noti in seguito. Ma entriamo nel dettaglio del nuovo bando che permetterà al Comune di assumere, a tempo indeterminati, quattro nuovi agenti di Polizia locale. La grande novità del bando "riveduto e corretto" consiste nel fatto che al concorso potranno partecipare tutti, senza più alcun limite di età. Il concorso, pertanto, non sarà accessibile solo agli under 35 come nella prima stesura bensì a tutti, indipendentemente dagli anni. «Ciò consentirà - annota l'assessore al Personale, Marilena Bernobich - anche un ampliamento della platea dei partecipanti con la possibilità, potenzialmente, anche di una graduatoria più ampia in grado di soddisfare tutte le esigenze del territorio, considerando che altri Comuni sono intenzionati a "pescare" nella lista che si verrà a formare».L'eventuale (ma poco probabile allo stato dei fatti) prova preselettiva consisterà nella risoluzione di 40 quesiti a risposta multipla predeterminata da fornire in un tempo prefissato. La correzione della prova avverrà attraverso gli strumenti informatici. La commissione giudicatrice del concorso presenzierà alla prova, al fine di garantire l'osservanza delle regole generali che presiedono al corretto svolgimento delle procedure concorsuali. Le modalità di svolgimento del test di preselezione e i criteri di valutazione della stessa verranno resi noti ai candidati antecedentemente all'effettuazione della stessa, fa sapere il Comune.Chi supererà la scrematura sempre che si decida di farla, come prevede il bando pubblicato sul sito web del Comune, dovrà effettuare prestazioni che attestino l'efficienza fisica e dovranno effettuare tre flessioni sulle braccia, alla sbarra se uomini e almeno una se donne, dovranno essere in grado di saltare almeno un metro o 80 centimetri e correre mille metri in 5 o 6 primi.Un'ultima curiosità. Oggi, i vigili urbani possono contare su un parco di 7 autovetture cui si aggiunge il veicolo attrezzato come ufficio mobile. I velocipedi sono, invece, 6 e, in tempi brevi, arriveranno due motociclette e una nuova vettura a potenziare ulteriormente il garage della Polizia locale: tutti acquisti e potenziamenti che saranno effettuati grazie a specifici fondi regionali dedicati. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI