scarica l'app
MENU
Chiudi
07/02/2020

Casucci e la variante alla «Sr 71» «Non risolve i problemi del traffico»

QN - La Nazione

CORTONA Continua il botta e risposta sulla variante alla Sr 71 in territorio cortonese che dalla località Vallone condurrà fino a Pietraia per l'immissione al raccordo Perugia-Bettolle. Oggetto del contendere da un lato l'avvio della gara d'appalto per la costruzione del primo lotto della strada e dall'altro la presa di posizione del consigliere regionale della Lega Marco Casucci e del sindaco di Cortona Luciano Meoni che hanno sollevato dubbi sulla qualità del progetto e sui costi proponendo un miglioramento dell'innesto nella provinciale Riccio già esistente. Così, dopo l'affondo dell'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli che aveva escluso la possibilità di una revisione al progetto pena la perdita del cospicuo finanziamento di 15 milioni di euro, oltre al fatto che fossero state vagliate tutte le ipotesi progettuali alternative, arriva la risposta del consigliere Casucci. «Dopo anni che non è stato prodotto niente dalla Regione sul piano delle infrastrutture nel territorio, ecco una gara d'appalto a marzo per il lotto 1 della variante della Sr71». La risposta di Ceccarelli nasconde i problemi. L'assessore non parla del fatto che l'opera non risolverebbe i problemi del traffico pesante su Terontola. Al contrario, parla di un'opera voluta dal territorio quando, invece, in campagna elettorale sia il candidato a sindaco Meoni sia il sottoscritto hanno espresso, ripetutamente, più di una perplessità. Chiedo con forza che 15 milioni di euro siano spesi per mettere in sicurezza la Sr71, una delle strade più pericolose della Toscana».