scarica l'app
MENU
Chiudi
09/07/2020

Castagneti agli agricoltori, scade il bando

Il Mattino

Oltre settantatre ettari di bosco ceduo castanile da affidare ad agricoltori, preferibilmente del territorio, con l'obiettivo di trasformarli in castagneti da frutto. Scadrà il prossimo 13 luglio il bando voluto dal consigliere delegato all'agricoltura Piercarmine Lombardi con il sostegno convinto del sindaco, Costantino Giordano, con l'obiettivo di investire sul territorio e valorizzare quello che è un prodotto tipico della terra di Monteforte. Il bando riguarda una parte importante del patrimonio boschivo comunale: i terreni che oggi sono improduttivi o destinati all'abbandono saranno rivalorizzati dal progetto e contribuiranno alla crescita di tutto il settore. «Parliamo di una superficie di patrimonio boschivo molto estesa sottolinea Lombardi aree dislocate in più punti del territorio che attualmente sono improduttive. Contiamo, al termine dell'iter per l'assegnazione, di affidare tutte le aree e, in fase di progettazione, in accordo con gli agronomi, e sentito anche il parere dell'Anci, abbiamo inteso dare una premialità agli agricoltori del posto, riconoscendo loro un punteggio maggiore». Il progetto per la trasformazione dei boschi cedui in appezzamenti produttivi è stato predisposto cercando di venire incontro il più possibile alle esigenze e alle aspettative di chi deciderà di assumere il fitto delle terre. Un contratto della durata di 45 anni a canoni assolutamente contenuti, che oscilleranno, a seconda dei terreni, dai 1300 ai 2500 euro all'anno.
«Proprio perchè il Comune non deve fare business ma incentivare e valorizzare il suo territorio e le sue produzioni. Diciamo che, da una stima fatta, al termine dei 45 anni il Comune di Monteforte avrà incamerato complessivamente la somma di 800mila euro». Il vero guadagno, però, è quello che se ne ricaverà in termini di aumento del pil locale e di indotto. E' a questi aspetti, al sostegno alle aziende agricole locali che si è guardato in fase di progettazione.
ri.ca.
© RIPRODUZIONE RISERVATA