scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/02/2021

Case nell’ex Ilva, progetto riqualificazione

Il Tirreno - Giulia Sili

Il Comune partecipa al bando nazionale sulla qualità dell'abitare per la riduzione del disagio abitativo e insediativo follonica
Giulia Silifollonica. L'ex Ilva, il nucleo originario di Follonica, è stata candidata ad un bando nazionale incentrato sulla qualità dell'abitare. Il progetto "programma innovativo nazionale per la qualità dell'abitare", che prevede un finanziamento fino a 15 milioni di euro, è stato realizzato dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti di concerto con quello dell'Economia e delle finanze e con quello dei Beni e le attività culturali per il turismo. Il bando era inizialmente indirizzato esclusivamente ai Comuni con più di 60 mila abitanti ma adesso l'Anci, incaricata dalla Regione Toscana, ha invitato anche i Comuni più piccoli a presentare proposte, idee e, documentazione. Follonica ha quindi colto l'occasione per presentare la sua candidatura. La Regione selezionerà tre proposte da inviare al ministero per concorrere all'assegnazione del contributo. Il Comune di Follonica da anni ha un programma di valorizzazione che sta portando avanti per l'area dell'Ilva e che è finalizzato alla sottoscrizione di un accordo di valorizzazione nell'ambito del federalismo demaniale. L'obiettivo finale è il trasferimento degli immobili oggi di proprietà del Demanio al Comune, che ad oggi è intestatario di una concessione cinquantennale.Il bando dedicato alla qualità dell'abitare potrebbe quindi incidere in modo molto significativo sulle numerose abitazioni storiche che devono ancora essere recuperate all'interno dell'area. Appartamenti un tempo abitati degli operai che oggi versano in cattive condizioni e che potrebbero essere quindi riqualificate. Il programma del bando nazionale è finalizzato a riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale, a rigenerare il tessuto socio-economico, a incrementare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione degli spazi e degli immobili pubblici, senza prevedere il consumo di nuovo suolo. Il Comune di Follonica ha quindi immaginato un progetto, redatto dall'ufficio lavori pubblici, che prevede una riqualificazione totale delle abitazioni dell'ex Ilva, insieme alla struttura adiacente all'area, destinata all'emergenza abitativa, situata in via Apuania. Il programma si propone di concorrere alla riduzione «del disagio abitativo e insediativo, con particolare riferimento alle periferie, e all'incremento della qualità dell'abitare e di parti di città, promuovendo processi di rigenerazione di ambiti urbani specificatamente individuati»: un progetto che si sposa bene con le necessità dell'ex Ilva ma anche con il programma già immaginato e avviato da tempo per quell'area. --© RIPRODUZIONE RISERVATA