MENU
Chiudi
02/12/2018

Case danneggiate e terreni agricoli ko: sforzo del Comune pronti 51mila euro

Il Tirreno

A breve il bando per selezionare chi può accedere ai fondi Il sindaco: «Ma la battaglia con il governo continua» il rogo del serra: la ripartenza
calci. Il Comune trova 51mila euro per aiutare quei cittadini «abbandonati dallo Stato (dal governo) che hanno subìto danni alla propria abitazione e quei proprietari o conduttori di terreni agricoli (non a aziende per le quali sono in fase di sblocco le risorse per Psr) percorsi dal fuoco».Lo annuncia il sindaco Massimiliano Ghimenti illustrando le due misure finanziarie. Il bando uscirà alla fine della prossima settimana.Per chi ha perso la casaFondo di 25.000 euro è l'entità di una variazione di bilancio approvata all'unanimità dal consiglio comunale su proposta del sindaco. Servirà a rendere disponibili risorse del Comune per aiutare chi ha i danni alla casa, in relazione alla costituzione di un fondo per spese che con la negazione dell'aiuto del governo («emergenza nazionale») sarebbero state in capo ai privati in tema di rifiuti bruciati. Ciò che avanzerà sarà donato dal Comune sul conto del "Comitato" dei danneggiati per dare un piccolo (in termini assoluti, ma enorme, per le possibilità del Comune) ma sentito aiuto a chi ha perso tutto».Terreni agricoliÈ di 26.000 euro invece il fondo reso disponibile dalla giunta per erogare contributi finalizzati alla salvaguardia del territorio collinare e al sostegno del riavvio dell'attività agricola, per la tutela della popolazione e del territorio anche a seguito dei danni causati dall'incendio del 24/26 settembre.Chi può avere i soldi Il bando sarà riservato a persone sia fisiche che giuridiche proprietarie o conduttrici di contratti di affitto agrario registrati, di terreni agricoli percorsi dall'incendio del 24-26 settembre scorsi ricadenti su Calci. L'istanza dovrà essere presentata secondo la procedura stabilita dal presente bando, mediante la modulistica allegata al bando che sarà in pubblicazione nei prossimi giorni.Tipo di contributi Contributo sulle spese per la rimozione e smaltimento eternit/amianto da terreni percorsi da incendio, tramite ditta specializzata; misura per persone sia fisiche che giuridiche; rimborso delle spese sostenute per acquisto attrezzatura da lavoro e/o spese per ripristino servizi per i terreni percorsi da fuoco; contributo generico per danni agricoli a seguito dell'incendio. Spiega Ghimenti: «La parsimonia con cui destiniamo le risorse pubbliche, e la grande attenzione con cui gestiamo il bilancio dell'ente, ha permesso di trovare, attraverso misure straordinarie e la disponibilità e il lavoro degli uffici comunali risorse importanti. Anche il nostro contributo è "poco". Ma, come dal primo giorno ad oggi, abbiamo fatto, facciamo e faremo tutto quello che è possibile fare per dare una mano ai cittadini danneggiati e al territorio. Fino all'ultimo euro. E con tutto l'impegno di uffici e amministratori. Ma continueremo anche la nostra battaglia politico-istituzionale perché troviamo vergognoso che in Italia ci siano cittadini di serie A e di serie B. Una casa persa "senza colpe dei cittadini" (come ha detto in Tv il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli nel caso del Ponte Morandi a Genova) è una casa persa. E lo Stato deve aiutare tutti i danneggiati. Ciò deve avvenire, specie nel nostro caso, perché far abbandonare il Monte da chi aveva scelto di viverci e di "curarlo", vuol dire mettere a rischio tutto il resto del territorio». -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore