scarica l'app
MENU
Chiudi
19/02/2021

«Case, bando insufficiente» La Rete ora torna in piazza

La Provincia Pavese - Alessio Molteni

emergenza sfratti
paviaScenderanno in piazza della Vittoria questo sabato alle 17 i membri dell'Assemblea per il Diritto alla Casa di Pavia. Il tema è quello del recente bando Sap per l'assegnazione degli alloggi popolari. Per la precisione parliamo di un totale di dieci appartamenti messi a disposizione nel territorio dell'Ambito distrettuale di Pavia, tra quelli comunali e Aler, rivolti a soddisfare il bisogno dei nuclei familiari in stato di disagio economico e sociale: quattro a Pavia, due a Travacò (destinati specificamente agli anziani), e quattro di Aler nel comune di Zinasco.«Dopo due anni è finalmente uscito il bando case popolari per il Comune di Pavia e paesi limitrofi. La montagna, però, ha partorito il topolino», attaccano dall'Assemblea. Già, perché sino alla fine del 2020 era ancora in vigore il vecchio bando risalente al 2018, dato che quello emesso successivamente da Regione Lombardia era stato annullato dalla Corte di Cassazione poiché ritenuto incostituzionale. Adesso ce n'è uno nuovo di zecca. «Oltre un anno fa il Comune di Pavia e Aler mettevano a disposizione la miseria di 13 alloggi (più 21 da ristrutturare) in un bando per le case popolari che sarebbe, tuttavia, stato ritirato di lì a breve - proseguono -. La situazione ora è cambiata, tra sfratti eseguiti e nuove procedure imbastite, crollo dei redditi derivante e blocco governativo degli sfratti. Le lungaggini del Mezzabarba hanno prodotto dei mostri: ci sono cittadini che non vedranno riconosciuto in graduatoria il punteggio dello sfratto, perché sfrattati da più di un anno, con il rischio di non vedersi assegnato l'alloggio». Dal Comune fanno sapere che quello appena emesso è solo il primo avviso: ne seguiranno sicuramente altri durante il corso dell'anno con nuovi alloggi popolari. Per l'attuale avviso, sarà possibile presentare domanda sino al 17 marzo, esclusivamente in modalità digitale collegandosi al sito http://www.serviziabitativi.servizirl.it/serviziabitativi/. Visto che la procedura può diventare complicata per chi non ha troppa dimestichezza con la tecnologia, l'Assemblea mette a disposizione un pc, connessione e supporto per la compilazione, previo appuntamento al 339.1028314. --Alessio Molteni