MENU
Chiudi
13/09/2018

Casacanditella: D’Angelo si è ripreso la sua fascia

Il Messaggero

Il suo esilio è finito: ieri mattina Giuseppe D'Angelo è tornato in Comune a Casacanditella, dove fa il sindaco e il dirigente del settore finanziario. E da dove lo ha tenuto lontano un divieto di dimora emesso nell'ambito di un inchiesta della Procura di Avezzano iniziata nel 2015 per un presunto episodio di corruzione costatogli 23 giorni di arresti domiciliari, quindi un anno di interdizione dai pubblici uffici, ordinanza poi annullata dalla Cassazione. Episodio al quale lui si è detto sempre estraneo, e anche l'imprenditore intercettato lo ha scagionato, ma che suo malgrado lo ha costretto ad andar via da Casacanditella negli ultimi 5 mesi. Un ritorno a sorpresa il suo, i primi che ha incontrato sono stati l'assessore Nada Cavallucci e il vigile Maria Stella Turilli. Da quel momento (erano le 8) è iniziata un'intensa giornata fra baci, abbracci e auguri da parte di centinaia di persone. E forse solo oggi potrà dedicarsi di nuovo a tempo pieno all'attività di sindaco oltre che di responsabile delle finanze comunali. «Mi sono ritrovato al centro di una intercettazione fra due persone che parlano di me ma su 15 gare d'appalto quell'imprenditore non ha vinto nulla a Casacanditella - dice D'Angelo. E' una brutta esperienza, che ti segna psicologicamente e anche fisicamente: prima fumavo un pacchetto al giorno, ora ne fumo tre. In questi mesi sono stato a Francavilla, da solo, e siccome non so cucinare saltavo il pranzo. Poi venivano gli amici da Casacanditella e andavamo a cena mentre un paio di volte a settimana una signora mi riportava la biancheria lavata e stirata. E' stata dura anche perché non mi sono allontanato mai per più di due settimane ed essere cacciato fa male. Al prossimo Consiglio comunale dirò alcune cose emblematiche che ho imparato in questi mesi».
Alfredo D'Alessandro
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore