scarica l'app
MENU
Chiudi
07/10/2020

Caos rifiuti l’opposizione darà battaglia in Consiglio

Il Messaggero

BARELLI: «SITUAZIONE PEGGIORATA LO VEDONO TUTTI, MA CHE STANNO FACENDO?»
COMUNE
«Lo vedono tutti che la situazione è peggiorata: cosa stanno facendo?». Il campo di battaglia del consiglio straordinario di oggi è quello dei rifiuti, chiesto da tutta l'opposizione. Campo che entro l'anno potrebbe diventare incandescente con la sentenza sulla causa da 8 milioni di Viterbo ambiente. Ma a oggi al centro resta l'appalto ponte, che secondo Giacomo Barelli (Forza civica) non ha migliorato le cose.
Non ci saranno documenti: quella di oggi sarà una tornata di interrogazioni monotematica. «E' una giornata dedicata a farci capire cosa stanno facendo. Secondo noi dice Barelli l'appalto ponte è come quello vecchio, ma la situazione dell'immondizia è peggiorata e le nuove linee guida non ci sono». La foto, per l'esponente civico, è quella vecchia. «Siamo fermi al 2012, appalto targato Marini. Ci devono spiegare quest'ultimo a cosa è servito». Barelli aggiunge un po' di carne al fuoco: «Il 15 settembre è andata a sentenza la causa da 8 milioni di euro sulle utenze. Entro fine anno sapremo l'esito. E a proposito: le utenze ora quante sono? Come è stato costruito l'appalto? Devono spiegare ai cittadini perché sta andando peggio di prima. Non c'è neanche più il consigliere che se ne occupa: Marini ha restituito la delega». A breve ci sarà anche l'udienza di merito del Tar sull'innalzamento della discarica. «Il Comune ha fatto ricorso contro il provvedimento della Regione continua ma intanto hanno già perso il cautelare. Poi dovranno dire quando faranno le nuove linee guida, basta silenzio. Quello che non funzionava continua a non funzionare».
Ieri invece è stato scontro a distanza in quarta commissione, disertata da tutta l'opposizione, su una mozione di Viterbo 2020 relativa al rilancio del teatro Unione. Il problema? Ci è arrivata dopo oltre due anni dalla presentazione, quando è ormai inutile. Da qui l'accusa di Alfonso Antoniozzi di «manifesta incapacità» e la replica del presidente Stefano Caporossi di aver disertato solo per voler «a tutti i costi finire sui giornali».
Ma.Ch.
© RIPRODUZIONE RISERVATA