MENU
Chiudi
23/09/2018

Caos campionati: «Sono falsati» Nuovo stadio, verso la gara d’appalto

QN - La Nazione

Francesco Paletti «FRA una ventina di giorni consegneremo all'amministrazione la bozza della Vas, la valutazione ambientale strategica necessaria per dare avvio al procedimento di variante urbanistica: nell'arco di sei-otto mesi contiamo di poter avviare le gare d'appalto per iniziare finalmente i lavori». Non importa se i tempi per portare al traguardo il progetto di ristrutturazione dell'Arena Garibaldi, si allungano di qualche mese rispetto alle previsioni della primavera scorsa: per il presidente del Pisa Giuseppe Corrado, intervenuto su Radio Incontro a «Onde Nerazzurre», «l'importante è arrivare il prima possibile al traguardo e in questo senso c'è piena sintonia con l'assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa - ha sottolineato il patron nerazzurro - : ci siamo visti in settimana per arrivare alla definizione di un cronoprogramma e sia i nostri tecnici che quelli dell'amministrazione comunale si sono già messi al lavoro prevedendo anche diversi momenti di confronto. Già martedì prossimo è in programma un nuovo incontro». L'OCCASIONE è stata utile anche per rimettere al centro della discussione il tema dell'ampliamento dell'Arena Garibaldi per la stagione attuale, in particolare della Curva Nord, feudo storico della tifoseria nerazzurra e pure in questa stagione praticamente esaurito con i soli abbonati. «Ho chiesto la possibilità di avere almeno altri 400 posti in deroga nel settore più caldo e popolare dello stadio in analogia con quanto accaduto nel maggio scorso per la sfida play-off con la Viterbese - ha detto il patron nerazzurro - e pure in questo caso ho trovato da parte del Comune grande disponibilità ad esplorare questa possibilità anche se poi, come è noto, l'ultima parola spetterà a prefettura, questura e vigili del fuoco. Spero che, quanto prima, vi possano essere novità positive per i nostri tifosi». Qualora l'ipotesi dovesse concretizzarsi, il Pisa è pronto a fare la sua parte: «L'avevo già detto in passato e l'ho ribadito anche in quella sede: se per arrivare ad incrementare la capienza della Curva fosse necessario aumentare il numero degli steward, noi siamo pronti a farcene carico. L'importante è risolvere il problema». GLI STRALI e la preoccupazione di Corrado, invece, sono tutti per il caos che sta attanagliando la Lega Pro: «Siamo ormai al paradosso: il campionato è partito ma alcune squadre non sanno ancora in quale torneo giocheranno, gare rinviate, ricorsi e sentenze che si rincorrono e il problema è che non si vede la via d'uscita se è vero che, dopo una giornata, sono arrivati i primi deferimenti per fideiussioni e stipendi non pagati e fra qualche settimana arriveranno le penalizzazioni. Così non si può continuare- ha sottolineato il presidente del Pisa - : chi non è in regola e non paga gli stipendi, non può partecipare al campionato. Quest'anno il presidente Gravina aveva posto il veto alle società che avevano presentato fideiussioni non garantite, ma la Figc ha deciso di accettarle, consentendo la possibilità di sostituirle. Voglio vedere come andrà a finire: c'è il rischio che a Natale vi siano già una decina di squadre penalizzate se non addirittura escluse dal campionato. Se così fosse, sarebbe complicato continuare a parlare di campionato regolare».

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore