MENU
Chiudi
28/07/2018

Cantieri a iosa, il Comune vara gli appalti a rotazione

Il Gazzettino

LAVORI PUBBLICI
VENEZIA Saranno decine gli appalti che nei prossimi mesi il Comune affiderà ad altrettante imprese, grazie all'imponente mole di fondi derivanti dal patto, dal Piano periferie, il Pon Metro e l'accordo di programma con il Ministero per lo sviluppo economico. Non sarà possibile, o non sarà efficiente, fare una gara per ognuno, dati gli importi limitati per cui si procederà ad affidamenti diretti su invito. Come conciliare velocità di aggiudicazione con il Codice degli appalti e le regole dell'Anticorruzione? La Giunta ha dato il via libera ad una serie di criteri attraverso i quali sarà introdotta una rotazione multipla tra le imprese iscritte all'elenco dei possibili contraenti (attualmente quasi 400). Tale elenco sarà rifatto entro fine settembre per cui le imprese interessate a lavorare con il Comune dovranno iscriversi entro il 15 di settembre. E dopo? Si potranno iscrivere lo stesso, perché l'elenco sarà aperto. Questa regola varrà anche per le società partecipate come Veritas, Avm e Casinò.
IMPORTI LIMITATI
La questione è balzata all'attenzione dei tecnici e della giunta per il fatto che circa l'80 per cento dei progetti che saranno realizzati sono di importo inferiore al milione e quindi affidabili direttamente. Finora, il principio era che lavoravano a rotazione le prime 20 imprese degli elenchi finora compilati. Al posto di una ruota, la Giunta, su proposta dell'assessore ai lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, ne ha previste diverse, per aumentare la possibilità di prendere lavori soprattutto alle imprese del territorio, che sono più piccole e nelle gare non sarebbero competitive come quelle grosse, e anche per dare una chance in più alle imprese più affidabili, visto che è vietato generalmente affidare i lavori a un'impresa che ha già vinto o era stata invitata in precedenza.
CLASSI DI IMPORTO
La prima ruota riguarda le fasce d'importo dei lavori messi a bando: fino a 258mila euro, tra 258mila a 516mila e da 516mila a un milione. Poi ci sarà una rotazione anche per categorie di lavori secondo la classificazione Soa, utilizzata per gli appalti (Categorie Og 1-13 e Os 1 -35).
AFFIDABILITÀ
Se un'impresa è affidabile, non esiste un modo per farla lavorare di più senza fare tutte le rotazioni? L'Anac chiede che il reinvito abbia un carattere eccezionale e possa essere motivato con il grado di soddisfazione dell'ente nel precedente contratto. Così i tecnici hanno predisposto un rating semplificato, che tiene conto di una pagella che al termine di ogni opera sarà stilata dal responsabile del procedimento. Questa terrà conto di: lavori eseguiti a regola d'arte, rispetto dei tempi, mancanza di riserve e rispetto dei costi.
CHILOMETRO ZERO
La delibera prevede inoltre che venga utilizzato un criterio di preferenza in percentuale sul totale degli inviti per quelle imprese che dimostrino di avere la sede operativa alla minore distanza dal luogo di lavoro. Qui - si badi bene - non c'è nessuna discriminazione: chi viene da lontano, inquina di più.
Michele Fullin
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore