scarica l'app
MENU
Chiudi
17/12/2019

Cantiere sequestrato, Comune resta isolato

Il Messaggero

LE SPINE
Gli uffici comunali sono rimasti isolati per tre giorni: niente telefono e internet, anagrafe bloccata, impossibilità di inviare comunicazioni, zero aggiornamento per il sito web dell'ente e soprattutto dell'albo pretorio on line: laddove si pubblicano in ogni momento delibere, determine e soprattutto avvisi e bandi di gare che hanno una data di avvenuta pubblicazione e un termine di scadenza che sono fondamentali per chi intende partecipare ad una gara d'appalto. Probabilmente tutta colpa del vento che nella notte fra venerdì e sabato scorsi ha danneggiato l'antenna del ponte radio che si trova a palazzo d'Achille, ma all'edifico è stato impossibile accedere (almeno fino a ieri) perché il cantiere, come noto, da venerdì mattina è sotto sequestro. Solo nella tardissima mattinata di ieri le cose sono tornate alla normalità, quando è stato possibile aprire momentaneamente la staccionata di accesso all'area di cantiere e i tecnici hanno potuto raggiungere l'impianto che, da palazzo d'Achille, dirotta via radio le reti di telefonia e di internet sulla sede provvisoria nell'ex Banca d'Italia. Naturalmente bisogna augurarsi che simili guasti non si ripetano, almeno fino a quando il cantiere sarà sequestrato: il Comune rischierebbe di finire nuovamente isolato e i disagi si ripresenterebbero sia per gli impiegati che per il pubblico. Quanto all'inchiesta sui lavori di ristrutturazione e adeguamento, oggi la difesa dei sei indagati chiederà l'incidente probatorio: ovvero che all'accertamento disposto dalla Procura nominando un consulente per accertare la corrispondenza fra la constatazione dei lavori descritti nella relazione tecnico contabile già redatta e la consistenza delle opere realmente eseguite nella sede storica del Municipio, venga eseguita da una perito nominato dal Gip. E dunque nel pieno contraddittorio fra le tesi dell'accusa e quelle della difesa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA