scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/04/2021

Cantiere della Rocca, due ditte sono ancora col fiato sospeso

Il Messaggero

I LAVORI
Rocca Albornoziana, qualcosa si muove ma restano ancora con il fiato sospeso le due ditte in lizza per l'appalto dei lavori per l'allestimento dei camminamenti e delle torri. La procedura negoziata per assegnare l'opera è stata infatti avviata il 20 dicembre scorso e già da alcune settimane è stata nominata anche la commissione che avrebbe dovuto scegliere il vincitore. In attesa del verdetto finale, all'albo pretorio comunale è apparso in queste ore un documento (la determinazione dirigenziale n. 265del 29 marzo 2021) che attesta, per lo stesso intervento, la presa d'atto della nomina dell'ufficio di direzione dei lavori da parte della direzione regionale Musei Umbria, formato dall'architetto Francesco Di Lorenzo quale direttore dei lavori, dal geometra Carlo Fiove Fantozzi, quale direttore operativo, dal geometra Angelo Panella, collaboratore alla direzione dei lavori, mentre Carlo Fiove Fantozzi sarà anche coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione. Buon segno, insomma, che qualcosa si stia comunque muovendo alla Rocca, Ma manca ancora l'ultimo atto per dare l'avvio ai lavori. Considerando anche che l'intervento è fortemente atteso in vista di un rilancio del turismo e nella prospettiva della fine dell'emergenza sanitaria in corso: si prefigura infatti che l'apertura dei nuovi percorsi di visita alle torri della Rocca si possa inaugurare entro il 2022. Ammesso che le lungaggini burocratiche non procrastino ancora l'inizio del cantiere. D'altro canto sono a disposizione da tempo i fondi per portare a termine le opere previste nel progetto, realizzato dal raggruppamento temporaneo di professionisti con capogruppo Pro.Rest. srl che si è occupato anche di progettare la rifunzionalizzazione del Museo del Ducato. L'appalto per la messa a punto dei percorsi di visita delle torri e dei camminamenti ammonta a 634.377,16 euro ed ha per oggetto i lavori e le forniture necessari per la realizzazione delle opere di carattere edilizio o architettonico, impiantistico e di allestimento. La commissione nominata dal Comune per selezionare la ditta che verrà dichiarata vincitrice è composta da Paola Mercurelli Salari, direttore della Rocca Albornoz e Museo Nazionale del Ducato, quale presidente ed esperto; dall'ingegnere Fabio Ceccarelli, istruttore tecnico direttivo del Comune di Spoleto, in qualità di esperto e dall'architetto Sara Spitella, istruttore tecnico direttivo del Comune di Spoleto, quale sperto e segretario verbalizzate. La stazione di committenza dello stesso Comune aveva pubblicato a ottobre scorso un primo avviso per raccogliere manifestazioni di interesse da parte di ditte disposte ad effettuare i lavori. Nella procedura negoziata è stato individuato quale criterio di aggiudicazione quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa. Antonella Manni