scarica l'app
MENU
Chiudi
09/08/2019

Canonica senza pace I lavori di restauro sono di nuovo fermi

Il Gazzettino

CANEVA
Ancora sospesi i lavori di ristrutturazione della canonica della parrocchia di San Tommaso. Una situazione che si protrae ormai da più di un anno e mezzo, che posticipa così ancora per qualche tempo il riutilizzo di un edificio i cui lavori sono iniziati il 3 luglio del 2017 e che secondo il cronoprogramma si dovevano concludere in 240 giorni, entro il 27 febbraio del 2018. A comunicare la nuova sospensione è il sindaco Andrea Gava, che assieme agli uffici comunali sta seguendo questa problematica che è cominciata con il fallimento della ditta appaltatrice Andreola Costruzioni Generali S.p.A.. «Purtroppo speravamo di essere riusciti a superare le difficoltà dovute al fallimento della ditta esecutrice dei lavori - spiega il sindaco - ma ancora una volta i lavori alla canonica di Caneva sono sospesi. La causa è dovuta alle lungaggini burocratiche del fallimento e alla conseguente situazione che si è venuta a creare con l'appalto in corso. Il segretario comunale e i tecnici dell'area lavori pubblici stanno cercando tutte le possibili soluzioni per portare a compimento l'opera e permettere così ai nuovi parroci di potersi insediare. La caratteristica del caso obbliga l'Ente ad attenersi a tutta una serie di specifiche procedure normative che sono anche a tutela dei creditori dell'impresa fallita, prosegue Gava, pertanto l'amministrazione comunale al momento non è in grado di poter dare delle indicazioni precise sulla conclusione dei lavori. Quello che possiamo invece fare è quello di evidenziare che l'appalto della canonica è oggi una priorità rispetto agli appalti in corso sulla quale tutti i soggetti coinvolti sono impegnati, comprendendo soprattutto le esigenze espresse dalla Curia vescovile che più volte ha chiesto di completare i lavori per consentire ai parroci che operano nelle parrocchie del territorio di Caneva di poter usufruire della sede naturale dell'unità pastorale».
L'appalto per la ristrutturazione della Canonica situata in piazza Martiri Garibaldini prevede l'esecuzione di lavori per circa 300 mila euro che hanno interessato sia i locali al primo piano che quelli al piano terra, vista la necessità, espressa dalla Curia di ospitare al più presto i prelati e quindi di avere anche i locali del piano terra, non ancora completati, quali il vano studio, la cucina e i servizi igienici, perfettamente agibili e utilizzabili. Per quanto riguarda le opere da completare, queste riguardano il rinforzo e consolidamento del solaio in legno della cucina, antibagno e bagno, l'esecuzione delle caldane e massetti, la realizzazione delle pareti divisorie in cartongesso tra cucina e servizi igienici, gli isolamenti termico e acustico, la posa dei pavimenti in legno e piastrelle, la realizzazione di intonaco deumidificante delle pareti contro terra del vano scale che porta al piano interrato e la tinteggiatura interna dei locali. Per l'impianto termico è prevista la posa in opera di tutti i radiatori e il completamento dei servizi igienici, quindi per la parte elettrica sono previsti lavori per il completamento degli impianti al piano terra, quali l'impianto elettrico, di telefonia, illuminazione emergenza e di illuminazione esterna.
Francesco Scarabellotto
© RIPRODUZIONE RISERVATA