MENU
Chiudi
25/10/2018

Candidati fuori quota ammessi alla selezione dei vigili urbani

Unione Sarda

Comune. Bando per under 40
Il più vecchio tra i candidati a uno dei dieci posti da vigile urbano del Comune è nato nel 1962. Ammesso alla pre-selezione al concorso per indossare la divisa, nonostante i sedici anni che lo dividono dal limite di età imposto dal bando pubblico vietato agli ultra quarantenni per questioni di prestanza fisica. Tra i requisiti indicati dal regolamento, l'articolo 4 stabilisce il necessario «possesso di un'età non inferiore ai 18 anni e non superiore ai 40». Nella graduatoria appena pubblicata sul sito del Comune, tuttavia, figurano numerosi fuori quota. Il consigliere dei Centristi per l'Europa Federico Ibba ha tempestivamente depositato un'interrogazione che potrebbe essere discussa nel prossimo Consiglio comunale. Nel documento l'esponente dell'opposizione «interroga il sindaco e l'assessore preposto per sapere con quale criterio siano state ammesse persone con oltre quarant'anni e se non ritengano di aver cagionato un ingiusto svantaggio a tutti quei cittadini che avendo superato i quarant'anni non hanno neanche inoltrato la domanda». La replica L'assessore comunale al Personale Danilo Fadda - dopo aver preso visione dell'elenco nel quale figurano 562 ammessi - si rifà al regolamento del bando. In particolare, rilegge l'articolo 6 che indica le tappe attraverso le quali si procederà alla scrematura dei candidati. «Come indicato dal regolamento, al fine di economizzare i tempi, nel caso le candidature fossero più di cento, era prevista una pre-selezione perché una verifica di tutti i requisiti di ammissibilità avrebbe rallentato l'iter». In pratica: poiché oltre all'età sono richiesti altri requisiti, gli uffici hanno ammesso tutti coloro che hanno fatto richiesta nei tempi previsti salvo poi escluderli in un secondo momento. «Posso dire con certezza che qualora queste persone dovessero superare il quiz per la valutazione delle materie specifiche e del livello di cultura generale non saranno ammesse alle prove scritte perché non sono in possesso di uno dei requisiti fondamentali di ammissibilità», chiarisce ancora l'assessore. Le polemiche Il bando pubblicato dal Comune per l'assunzione di dieci nuovi agenti di Polizia municipale è già finito al centro delle polemiche proprio per la questione dell'età. Nonostante le proteste, tuttavia, il Comune ha difeso il principio di selezione anagrafica sostenendo più volte che le mansioni previste dall'incarico necessitano di personale in grado di sostenere un impegno fisico che altrimenti non potrebbe essere garantito. L'interrogazione firmata da Ibba verrà inserita tra quelle in discussione nelle prossime sedute del Consiglio di via Roma. M. C.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore