scarica l'app
MENU
Chiudi
08/12/2019

Campocatino, ultima chiamata per la gestione. Il sindaco: fiduciosi

Il Messaggero

GUARCINO
Ultima chiamata per salvare e rilanciare la stazione sciistica di Campocatino. Lunedì 16 dicembre scadrà il nuovo bando del comune di Guarcino per la gestione della stazione di sport invernali. Si tratta di un appalto che prevede la gestione degli impianti e delle strutture ricettive per una durata di dieci anni prorogabile per ulteriori dieci. L'amministrazione del comune ernico ha infatti stabilito che solo un piano di lunga durata consentirebbe ai privati di investire pesantemente sul rilancio di questa località e di avere tutto il tempo per rientrare dell'investimento.
Le manifestazioni di interesse (che sembrano in questo momento non manchino) potranno essere inviate entro le 17 di lunedì 16. Consistente anche la compartecipazione del Comune che prevede uno stanziamento di 50mila euro nei primi due anni, 25mila per i successivi due, 15 nel quinto e sesto anno e 5mila per il settimo. Dall'ottavo anno, invece, saranno i privati a dover versare come quota di canone 5mila euro l'anno alle casse comunali.
I COSTI
Il valore complessivo della gestione è stimata per i 20 anni in 3 milioni e 285mila euro. La commissione che dovrà giudicare le proposte ha fissato dei punteggi: quello massimo (25 punti) è relativo al piano degli investimenti proposto. Poi gli altri: le modalità di gestione (20 punti), gli interventi per l'innevamento artificiale (20), ma anche per l'efficentamento energetico e la valorizzazione della stazione anche nei mesi estivi. «Siamo fiduciosi ha spiegato il sindaco di Guarcino, Urbano Restante visto che negli ultimi giorni più di qualche imprenditore si è mostrato interessato. Il Comune farà la propria parte e la speranza è che chi andrà a gestire questa stazione abbia la voglia e il desiderio di investire per far tornare Campocatino ai vecchi fasti e per consentire uno sviluppo economico ed occupazionale». Tra dieci giorni si conoscerà chi si sarà aggiudicato il bando. Dopo mesi di appelli caduti nel vuoto, forse si è trovata la soluzione.
Intanto l'amministrazione comunale in questi giorni sta provvedendo alla manutenzione ordinaria e ai collaudi degli impianti: in questo modo fin da subito il nuovo gestore potrà avviare la stagione. Poi, in assenza ancora di un impianto di innevamento artificiale, tutto dipenderà dalla dama bianca. Dalla prossima settimana è prevista un po' di neve e bisognerà capire se basterà per aprire o bisognerà attendere precipitazioni più copiose.
Gia. Ru.
© RIPRODUZIONE RISERVATA