scarica l'app
MENU
Chiudi
18/06/2019

CAMPO SINTETICO AL PILASTRO LE RUSPE ACCENDONO I MOTORI

Il Messaggero

FIRMATA IERI LA CONVENZIONE TRA IL COMUNE E LA VENTURELLI «SARA' PRONTO TRA OTTANTA GIORNI»
IMPIANTI
La firma in Comune alle ore 12 di ieri, il cantiere pronto ad aprire entro due, massimo tre giorni. Il romanzo del sintetico al Pilastro ha chiuso ieri i capitoli legati alla burocrazia e da oggi finalmente, ed è proprio il caso di dirlo, a far parlare saranno solo i lavori sul campo. Iniziato sotto l'amministrazione comunale guidata da Leonardo Michelini, il percorso che porterà alla nascita del primo impianto in sintetico del capoluogo, ha vissuto il suo compimento burocratico nella giornata di ieri.
In Comune sono stati firmati i contratti che assegnano in maniera definitiva alla ditta Venturelli di Forlì, la costruzione del nuovo impianto. La Venturelli, vera e propria eccellenza nel campo, ha avuto la meglio sulle rivali portando a casa il bando da 500 mila euro presentato dal Comune di Viterbo nel novembre del 2017. Dopo un iter burocratico piuttosto lungo e complesso, i lavori possono finalmente partire e forse lo faranno già nella giornata di oggi. «Il momento della firma è sempre molto emozionante - spiega il direttore commerciale della Venturelli Mauro Orazi - il percorso è stato lungo, ma finalmente ci siamo. Per le prossime ore attendiamo il foglio di consegna lavori da parte dei tecnici del Comune e in settimana apriremo il cantiere. Tempi? Il bando parla di novanta giorni, ma proveremo a chiudere tutto in ottanta».
A smorzare un po' di entusiasmo per la partenza di un'opera attesa dagli sportivi e soprattutto dai tifosi della Viterbese però, è proprio la situazione che sta vivendo in queste settimane il club di via della Palazzina. Nelle intenzioni infatti, il nuovo sintetico che sorgerà al Vincenzo Rossi del Pilastro, dovrà essere il campo base per riportare ad allenarsi a Viterbo la compagine gialloblù, costretta oggi ad emigrare a Grotte di Castro per le sedute.
Già ma che fine farà la Viterbese? Camilli ha manifestato l'intenzione di non iscrivere il club al prossimo campionato di serie C e all'orizzonte, almeno al momento, non si vedono acquirenti solidi. Dopo il romanzo del Pilastro, con lieto fine, i tifosi rischiano di iniziare a leggerne un altro con un epilogo molto più incerto.
Marco Gobattoni
© RIPRODUZIONE RISERVATA