scarica l'app
MENU
Chiudi
23/10/2020

Caffè letterario, contenzioso tra ex gestore e Comune

Corriere dell'Umbria

Nessun accordo tra le parti sulla gestione del bar di palazzo Mauri. Udienza in programma l'11 novembre
La posizione del municipio Chiesti 30 mila euro per canoni e utenze non versati La replica della cooperativa Risarcimento di 50 mila euro per i problemi degli impianti
di Chiara Fabrizi SPOLETO Contenzioso sul Caffè letterario tra gli ex gestori e il Comune. È finita in tribunale la vicenda del bar di palazzo Mauri, tuttora chiuso e in attesa di quasi 100 mila euro di lavori, oltreché di un avviso per individuare i nuovi gestori. Il municipio ha infatti proceduto con il decreto ingiuntivo per recuperare quasi 30mila euro relativi a canoni e utenze non versate dalla cooperativa A Tutta Scena, che si era aggiudicata il Caffè letterario con la gara del 2015. Il provvedimento è stato impugnato dagli ex gestori, rappresentanti dall'avvocato Simona Pimpinicchio, che hanno anche formulato una richiesta di risarcimento del danno di circa 50 mila euro a carico dell'ente in relazione all'esecuzione del contratto di concessione del Caffèletterario, prevalentemente riconducibili alle infiltrazioni di acqua e all'inadeguatezza dell'impianto di raffreddamento dell'ambiente, come era stato anche spiegato a fine febbraio durante una conferenza stampa. Da allora le parti, ossia la cooperativa e il Comune, non ci sonostatimargini di accordoeilcaso si è trasformato in un procedimento giudiziario civile, che si aprirà il prossimo 11 novembre. Con apposito decreto il sindaco Umberto De Augustinis, infatti, ha dato mandato ai legali dell'ente, ossia gli avvocati Monica Picena e Alessandra Rondelli, di costituirsi in giudizio ritenendo "infondate" le richieste formulate dalla cooperativa. Intanto sono attesi circa 92 mila euro di lavori già finanziati dal Gal per procedere alla riapertura del Caffè letterario. In base al progetto presentatoquasi un annofa, coifondi in questione "saranno migliorate le condizioni microclimatiche edenergetiche" del bar di palazzo Mauri e anche "il sistema di illuminazione del cortile coperto" a servizio del Caffè letterario. Oltre ai lavori, però, occorre procedere con un avviso per individuare il nuovo gestore che l'amministrazione comunale sarebbe intenzionata a compiere soltanto dopo che i lavori saranno assegnati a un'impresa. Il bando per arrivare alla concessione del bar è già al vaglio degli uffici e ricalcherà quello del 2015, forse con un canone a base d'asta ulteriormente calmierato.

Foto: Caffè letterario Il bar e lo spazio all'interno di palazzo Mauri chiuso da circa un anno