scarica l'app
MENU
Chiudi
10/03/2020

Caffè del Teatro, si cerca nuovo ristoratore

QN - Il Resto del Carlino

Dopo anni di stallo si rimettono in moto i lavori per riaprire il Caffè del Teatro. La giunta comunale (con una delibera approvata a debita distanza per rischio contagio) ha dato mandato al settore Restauro di progettare gli ultimi interventi necessari per la riapertura al pubblico e contemporaneamente verrà indetta la nuova gara d'appalto per la gestione. L'assessore ai Lavori pubblici Marco Truzzi è quindi intenzionato a sbloccare una situazione incancrenita da anni: dopo una serie di contenziosi legali tra il Comune e lo storico gestore del locale 'salotto' di piazza Martiri, finalmente nel 2016 venne riassegnata la gestione con gara d'appalto e vinse una società toscana, Caffè Bonini. La riapertura sembrava vicina ma a pochi metri dal traguardo sopraggiunse un nuovo problema: la ditta incaricata dei lavori di ristrutturazione rallentò notevolmente il ritmo e passarono due anni prima di poter assegnare il locale al vincitore della gara. Nel frattempo,però, Caffè Bonini aveva spostato i suoi affari su locali in altri lidi e quindi, nel 2018, rinunciò alla gestione a Carpi. Poi è piovuto sul Comune un macigno, l'indagine giudiziaria su presunti appalti illeciti che avrebbero riguardato proprio il settore restauro, cultura e commercio (guidato da Simone Morelli) e quindi il completamento dei lavori e la gestione del Caffè del Teatro scivolarono molto in basso nella lista dei problemi della giunta Bellelli. Ora Truzzi riprende in mano la questione: «I progetti di consolidamento sul teatro sono due, uno riguarda lavori al Ridotto del Comunale e l'altro i locali del Caffè del Teatro - spiega l'assessore - abbiamo deciso di scorporare i due progetti e accelerare sul Caffè del Teatro perchè è strategico per il rilancio del centro storico». I lavori rimasti da fare nel bar-ristorante sono minimi, si tratta di un consolidamento che richiede circa un mese di tempo. «Trattandosi di un importo basso è possibile avanzare con procedure spedite, nel giro di un paio di settimane i lavori verranno affidati» spiega Truzzi. É quindi probabile, salvo imprevisti, che il Caffè del Teatro possa riaprire già la prossima estate. Richiede invece tempi più lunghi, e importi consistenti, l'intervento di consolidamento statico sismico del Ridotto: i lavori non pregiudicano l'ingresso al Teatro e consentiranno di riaprire il Ridotto che è ancora chiuso dal terremoto del 2012. Anche in questo caso il cantiere si era interrotto per difficoltà della ditta incaricata e per ripartire, trattandosi di un importo pari a 300mila euro, il Comune dovrà indire una nuova gara d'appalto. I costi sono coperti quasi interamente da fondi regionali e, in minima parte, da fondi comunali (settemila euro). Silvia Saracino