scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
15/07/2021

Buoni spesa, terza fase: aiuti per 150 famiglie

QN - La Nazione

BIBBIENA di Sara Trapani Buoni spesa alimentari, terzo bando dedicato ai cittadini più fragili. C'è tempo fino al 2 agosto per aderire al nuovo bando gestito dal Comune di Bibbiena sui buoni spesa alimentari del PorFse. Il modulo di adesione si può trovare sul sito www.comunedibibbiena.gov.it ed il bando, a cui hanno accesso i cittadini con un Isee non superiore ai 16.500 euro, si collega direttamente a quello sugli affitti per un massimo di 3 mila euro erogati tra l'una e l'altra operazione per ogni nucleo familiare. Ancora un aiuto importante per i cittadini in difficoltà con il comune casentinese che fino ad oggi ha erogato 140 mila euro in buoni spesa alimentari per generi di prima necessità e dato sostegno a ben centocinquanta famiglie del territorio dall'inizio della pandemia. «Un terzo bando dall'inizio della crisi legata al Covid 19 con tante famiglie sostenute rappresenta un grande traguardo per questa amministrazione - dice l'assessore al sociale Francesco Frenos - ringrazio il servizio sociale ed i suoi operatori che hanno seguito tutte le pratiche, gestendo in maniera ordinata ed encomiabile tutti i progetti». Questo terzo bando sarà anche quello che inaugurerà la nuova «Piattaforma Buoni Spesa Esercenti», attivata dall'amministrazione nel contesto del percorso di digitalizzazione della pubblica amministrazione. Si tratta di una piattaforma attraverso la quale gli esercenti potranno facilmente gestire i buoni spesa che i cittadini presenteranno loro, con un elenco delle transizioni e quindi il totale che il Comune dovrà corrispondere, un modo semplice e veloce per gestire l'erogazione dei buoni. «Un'amministrazione vicina ai cittadini è quella che coglie ogni opportunità offerta anche da enti superiori per offrire sostegno e vicinanza a chi soffre di più - dice il primo cittadino Filippo Vagnoli - non è facile gestire in modo ottimale questi numeri. L'impegno è stato massimo sia da parte degli amministratori che dei vari uffici preposti. Quello che emerge è una macchina che funziona anche grazie all'introduzione, voluta di concerto con l'assessora all'innovazione Martina Cipriani, di nuove opportunità digitali. L'emergenza non è finita purtroppo e noi continueremo a monitorare e quindi ad intervenire con opportunità di finanziamento diretto o gestendo fondi offerti dalla Regione. Nessuno escluso continua ad essere per noi una priorità assoluta». © RIPRODUZIONE RISERVATA