scarica l'app
MENU
Chiudi
22/08/2020

Buoni spesa in stallo Susinno attacca Mattina: gara in corso

Giornale di Sicilia - M.PA.

Gli aiuti per il Covid alle famiglie indigenti
Buoni spesa per il Covid in stallo e scoppia una polemica a distanza, poi sfumata con i reciproci chiarimenti, tra Marcello Susinno, consigliere comunale di Sinistra Comune e Giuseppe Mattina, l ' assessore con delega alla Cittadinanza Solidale. Ad accendere la miccia in mattinata è il consigliere di Sinistra Comune che in sostanza sollecita l ' am ministrazione a fare presto ad erogarli, poiché il bisogno in città è tanto: «Le vacanze estive - dice - non fermino la macchina degli aiuti». Nel pomeriggio ribattono assessore e sindaco: «Non siamo fermi - dicono poiché è imposta dalla normativa sugli appalti, la gara per l'individuazione della ditta che fornirà i buoni pasto, procedura che non si è ancora conclusa». Insomma la burocrazia ne paralizza l ' erogazione con buona pace delle 4.177 famiglie che ne hanno fatto richiesta. Mattina poi si definisce «particolarmente amareggiato per le parole del consigliere Marcello Susinno che addita i dipendenti comunali per presunti ritardi che in realtà non ci sono affatto». Di certo c ' è però che quando gli utenti che hanno fatto istanza per l ' aiuto accedono alla propria posi zione dal portale, con pin e password, in più casi si riscontra «istanza in attesa di esame preventivo e protocollazione». «Circostanza questa che - spiega Susinno - preoccupa i richiedenti, costretti a continuare ad arrangiarsi alla giornata». Un passo indietro sulla vicenda. In pieno lockdown il Comune ha erogato gli aiuti straordinari a circa 13.500 famiglie pari a 50.000 persone. Fondi arrivati direttamente dallo Stato attraverso la Protezione civile. Questa seconda tornata invece fa parte di un finanziamento regionale (cento milioni complessivi per tutte le province dell ' isola) che van no rendicontati in maniera differente. Intanto va fatta una gara d ' appal to per individuare la ditta che erogherà il buono spesa: si chiama così e prevede in base al numero di componenti della famiglia fino a 800 euro, destinati anche al pagamento delle bollette o al canone di affitto. La gara è ancora in corso e si concluderà il 24 agosto. Quindi prima di quella data non sarà possibile assegnare l ' appalto, né valutare le istan ze arrivate al Comune, che sono oltre quattromila. «Un numero molto ridotto rispetto alle domande ricevute durante il lockdown - scrivono sindaco e assessore in una nota congiunta - , che dimostra come nel frattempo siano efficaci altri interventi, come il Reddito di emergenza. Va poi tenuto conto che la platea dei richiedenti si è ristretta perché molte persone sono tornate al proprio lavoro, oppure stanno beneficiando delle diverse forme di ammortizzazione sociale, come la cassa integrazione o il bonus per le partite IVA». Sul caso interviene anche Antonio Nicolao, vice presidente della Prima Circoscrizione: «Ci sono famiglie - dice - che non sanno come comporre il pranzo o la cena e restano completamente affidate agli aiuti». Susinna dal canto suo, che mostra le decine di sms che riceve giornalmente dai cittadini «apprezza la risposta dell ' assessore e la possibili tà finalmente di conoscere i tempi di erogazione dei voucher». M . Pa . © RIPRODUZIONE R I S E RVATA

Foto: Sinistra Comune. M a rc e l l o Susinno, consigliere comunale