scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
14/07/2021

Bronx cancellato e un investimento da 50 milioni

Il Mattino di Padova - c.mal.

L'iter amministrativo è lungo servirà uno studio di fattibilità, poi il progetto definitivo e l'esecutivo con la gara Il Comune gestirà l'appalto la nuova questura nel 2027
L'ex Bronx diventerà il centro della legalità in città. L'area da 15 mila metri quadri alla Stanga è destinata ad ospitare la nuova questura con uffici, sedi operative dei servizi, garage e tutti gli annessi di una struttura operativa della polizia. Un edificio che si svilupperà in altezza e che, come ha chiarito la questore Isabella Fusiello, avrà posto per tutti gli uffici oggi ospitati nel complesso di piazzetta Palatucci. E ingloberà anche l'ufficio immigrazione trasferito alcuni mesi fa nella Cittadella della Stanga. In totale darà lavoro a circa 400 persone. Uno spostamento di funzioni radicale verso il quadrante est della città, anche in previsione del futuro passaggio della terza linea del tram, quella che collegherà Rubano a Vigonza, coprendo l'asse est-ovest nel sistema "Smart". «I cinque grandi palazzi di via Anelli, costruiti agli inizi degli anni '70 per ospitare prevalentemente studenti universitari e trasformati dagli anni '90, con l'indifferenza se non la complicità di una parte dei proprietari e degli amministratori di condominio, in un ghetto nel quale via via le condizioni di vita sono diventate insostenibili, oggi non ci sono più, e al loro posto sorgerà la nuova Questura, di cui la Polizia sottolinea da anni la necessità - ha spiegato il sindaco Sergio Giordani - Un risultato che è stato possibile raggiungere grazie all'idea, che abbiamo perseguito con tenacia, di acquisire tutte le oltre 300 unità immobiliari e tra queste 288 miniappartamenti, demolire gli edifici, oramai talmente degradati da impedirne ogni riutilizzo e mettere a disposizione dello Stato, in particolare del Ministro degli Interni, l'area per realizzare la nuova Questura, realizzando una permuta con l'ex caserma Prandina».Cosa accadrà adesso? Il Comune sarà stazione appaltante della costruzione del nuovo edificio, per conto dello Stato. Già oggi si partirà con una prima riunione tra uffici tecnici che dovrà impostare l'iter burocratico che seguirà il percorso di ogni infrastruttura pubblica: servirà prima uno studio di pre-fattibilità con una bozza economica che tenga conto della volontà del Ministero di investire circa 50 milioni euro. Quindi servirà un progetto definitivo e poil'esecutivo che potrà essere messo in gara anche con un appalto integrato assieme ai lavori di costruzione del nuovo edificio. Totale: almeno 4 anni di burocrazie e altri 2 anni di lavoro. Se tutto va bene si pensa al 2027 per realizzare il trasloco dal centro e avviare la nuova questura. In riviera Ruzzante resterà palazzo Wollemborg, come commissariato del centro. E poi tutto il grande complesso di piazzetta Palatucci tornerà alla Provincia, che ne è proprietaria. Si dovrà decidere cosa farne: potrà essere venduta per realizzare residenziale, oppure riutilizzata per una funziona pubblica, come una scuola. --c.mal.